Ars, Forza Italia presenta ddl sull’autismo: "Riconosce ruolo determinante della famiglia"

Tommaso Calderone, primo firmatario: “Voluto dal Presidente Micciché, a sostegno di soggetti da tutelare in tutto il periodo terapeutico”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“I disturbi dello spettro autistico e le patologie neuropsichiatriche in età evolutiva e adulta determinano purtroppo interferenze sullo sviluppo delle autonomie personali e sociali di coloro i quali ne sono affetti. Su invito del presidente Micciché, promotore e suggeritore dell’iniziativa, il gruppo parlamentare di Forza Italia ha presentato un disegno di legge che mira a definire strategie e procedure idonee per tutelare i soggetti autistici. Colgo l’occasione per ringraziarlo pubblicamente, perché con grande sensibilità ha dimostrato altruismo nei confronti dei soggetti più vulnerabili”. Così in una nota il capogruppo di Forza Italia al Parlamento siciliano, Tommaso Calderone, primo firmatario del ddl sull’autismo, il quale tende ad accrescere i servizi in favore delle persone in età evolutiva con patologie neuropsichiatriche.

“Alla base del testo normativo – conclude l’esponente di Forza Italia – c’è il riconoscimento del ruolo determinante della famiglia quale parte attiva nella elaborazione, attuazione e monitoraggio del progetto di vita della persona con patologie neuropsichiatriche. Inoltre, c’è l’intento di favorire la formazione continua in collaborazione con le istituzioni competenti in ambito sanitario, sociale e scolastico, promuovendo intese con le università, durante il percorso diagnostico, terapeutico e abilitativo della persona. Soltanto con l’offerta di una rete di servizi complementari tra loro possiamo concretamente aiutare i soggetti affetti da tali patologie. Questo è lo spirito del testo normativo appena depositato”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento