Governo Conte, altri due palermitani entrano in squadra: Crimi e Di Stefano sottosegretari 

Entrambi fanno parte del Movimento 5 Stelle e da anni si sono trasferiti in Lombardia. Crimi andrà alla presidenza del Consiglio, con delega all'Editoria, mentre Di Stefano agli Esteri

Manlio Di Stefano e Vito Crimi

Altri due palermitani entrano a far parte del governo Conte. Dopo Giulia Bongiorno, neo ministro della Pubblica amministrazione, ieri è stata messa a punto anche la squadra dei sottosegretari dell'esecutivo Lega-M5s: Vito Crimi e Manlio Di Stefano, entrambi pentastellati, sono stati nominati rispettivamente alla presidenza del Consiglio, con delega all'Editoria, e agli Esteri.

Crimi, palermitano, 46 anni, ha vissuto l'infanzia e l'adolescenza nel quartiere Brancaccio. Per anni ha svolto la sua attività politico-sociale in parrocchia. Ha abbandonato gli studi universitari in Matematica "per motivi di lavoro". Nel 1999 si è trasferito a Brescia. Attivo nei meetup Amici di Beppe Grillo dal 2007, nel 2010 è stato il candidato dei 5 Stelle alla presidenza della Regione Lombardia. Nel curriculum, preparato per presentarsi ai militanti, ha scritto: "All’età di 27 anni mi sono trasferito a Brescia per lavoro, ho sposato mia moglie Cristina e ho avuto un figlio. Qui ho svolto per circa tre anni l’attività di capo scout, rispolverando una passione che non avevo mai perso, lo scoutismo. Scout una volta, scout per sempre. Il motto “estote parati” (sempre pronti) rimane per me un punto di riferimento". Nel 2013 è entrato in Parlamento ed è stato il primo a presiedere il gruppo parlamentare dei grillini al Senato: in questa veste ha partecipato alle riunioni - in streaming - con le delegazioni del Partito democratico per la formazione del governo. Rieletto nel 2018 è nominato presidente della Commissione Speciale per il Def. 

Di Stefano, invece, è un deputato già alla seconda legislatura: eletto in Lombardia tre anni fa, è stato chiamato alla guida della piattaforma Lex di Rousseau – quella attraverso la quale i grillini propongono leggi – e l'anno scorso è stato scelto come responsabile del programma sulla politica estera. "Grazie a tutti per la fiducia che riponete in me - commenta Di Stefano - farò come sempre di tutto per meritarla anche in questa nuova esperienza da Sottosegretario del Governo".

Cinque in tutto i siciliani: in squadra anche Vincenzo Maurizio Santangelo, Alessio Villarosa, Michele Geraci e Stefano Candiani, quest'ultimo in quota Lega.

Sei in tutto i viceministri e 39 i sottosegretari del Governo: la lista completa 


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Un capo scout...

    • Il gran Mogol! Anche Renzi diceva di essere uno scout. I tempi cambiano e la celebre frase di Jack Benny erroneamente attribuita a Bernard Shaw ha fatto il suo tempo.Direbbe un sottile commentatore: È la vita!

  • "Dopo aver vinto un concorso in corte d"appello"??? Cosa vuol dire?

    • Manca un particolare sul curriculum prima di aver lavorato in corte d'appello.... studente iscrittosi a matematica non ha completato gli studi....direi non li ha neanche iniziati. Il resto è noto: sottosegretario di questo governo. Ha partecipato ,come Renzi alla ruota della fortuna ed ha vinto anche in posto da sottosegretario!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il racconto di un palermitano: "Ero con Fabrizio Corona, ecco come ci hanno aggredito nel bosco della droga"

  • Cronaca

    Neonata trovata morta nella culla, lacrime e disperazione alla Guadagna

  • Cronaca

    "Aiutatemi, ha ingerito qualcosa da terra" ma è hashish: bimba di 3 anni ricoverata

  • Mafia

    Pizzo, "legnate" agli incorruttibili e mazzette: così i boss gestivano l'ippodromo

I più letti della settimana

  • "Le chiamate arancine? Non vendetele", Antica Focacceria stoppata a Catania

  • Incidente a Verona, con la moto contro un Suv: muore palermitano di 23 anni

  • "Ma qua volete stare gratis? Smontate tutto": quando la mafia fa chiudere i ristoranti

  • Una mattinata di ordinaria follia: ruba auto a una donna, poi fugge e si schianta alla Noce

  • Si ribella al pizzo, filma il suo estorsore con una telecamera nascosta e lo fa arrestare

  • "Lo dobbiamo 'struppiare' al palermitano? Ci tiriamo 4 'scopettate' nella macchina..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento