Piano di emergenza comunale, il sindaco di Terrasini dà l'incarico alla Protezione Civile

Firmata la convenzione della durata di un anno e un costo di 6.500 euro (Iva inclusa). Giosuè Maniaci: "Finalmente anche il nostro Comune avrà uno strumento importante per poter fronteggiare le situazioni di emergenza in caso di rischio di calamità naturali.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Stipulata la convenzione tra il Comune di Terrasini e l'Istituto nazionale superiore formazione operativa di Protezione Civile per la redazione del Piano di emergenza comunale. “Dopo tanti anni - afferma il sindaco Giosuè Maniaci – finalmente anche il nostro Comune avrà il suo Piano di Protezione Civile, uno strumento importante per poter fronteggiare le situazioni di emergenza in caso di rischio di calamità naturali. Il Piano servirà a coordinare gli eventuali interventi di soccorso a tutela della popolazione e dei beni a rischio”. La convenzione dura un anno ed ha un costo di 6.500 euro (Iva inclusa).

Il Piano sarà articolato e strutturato in sette sezioni: inquadramento generale del territorio, scenari di rischio locale, condizioni limite di emergenza, organizzazione del sistema comunale o intercomunale di Protezione Civile, risorse per la gestione dell’emergenza, modello operativo di intervento, procedure operative per l'informazione e la formazione. Nella redazione del Piano dovranno essere individuate tutte le strutture strategiche finalizzate al coordinamento dell’emergenza, al soccorso sanitario e all’intervento operativo, le aree di emergenza, la sede del Centro operativo misto se presente sul territorio, la viabilità primaria, secondaria e di emergenza, i cancelli di entrata in caso di attivazione dell’emergenza, le industrie a rischio di incidente rilevante - se presenti sul territorio comunale e/o intercomunale, i responsabili di funzione.

Torna su
PalermoToday è in caricamento