Convegno della Lega col senatore Iwobi, assessore Darawsha declina l'invito: è polemica

"Non condivido nulla della linea politica di questa iniziativa" scrive l'esponente della Giunta Orlando, che diserterà l'incontro col vicepresidente della commissione Affari Esteri e Immigrazione. Gelarda: "Chi rappresenta le istituzioni non dovrebbe rifiutare il dialogo"

La locandina del convegno in programma venerdì a Sala delle Lapidi

Nella locandina figura il suo nome, ma lui non ci sarà. Con un post su Facebook, il neo assessore Adham Darawsha comunica che non parteciperà al convegno intitolato "Il futuro della Sicilia si chiama identità", promosso dalla Lega, che ha invitato tra gli altri il senatore Toni Iwobi, vicepresidente della commissione permanente Affari Esteri e Immigrazione.

"Non ho confermato la mia presenza né ho mai risposto alla loro mail in quanto non condivido nulla della linea politica di questa iniziativa" scrive Darawsha, aggiungendo che aveva ricevuto l'invito "prima dell'insediamento". L'annotazione politica innesca la polemica con la Lega, che risponde con il capogruppo in Consiglio Igor Gelarda: "Darawsha, invitato ufficialmente, aveva fatto sapere informalmente che in mancanza di impegni istituzionali avrebbe fatto il possibile per essere presente. Oggi invece afferma che non verrà e agli organizzatori spiega che non ci sarà perché non condivide i contenuti del convegno. Noi lo avevamo invitato per un saluto istituzionale e perché riteniamo che il confronto sia sempre un’occasione di crescita reciproca. Evidentemente l’assessore non la pensa così".

"E' un peccato soprattutto per lui - prosegue Gelarda - perché ha perso l'occasione di confrontarsi su un tema importante come quello dell’identità. Chi non accetta il confronto e rifiuta il dialogo non può dare lezioni di democrazia ed è molto grave che questo avvenga da chi dovrebbe rappresentare le istituzioni. Un pessimo segnale per chi è all’inizio del proprio mandato istituzionale e dovrebbe rappresentare la città".  

Al convegno, in programma venerdì a Sala delle Lapidi, era stato invitato anche il presidente della Consulta delle Culture Ibra Cobena. Anche lui sarà assente ma, riferiscono gli organizzatori, per "impedimenti familiari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

  • Paura Coronavirus a Partinico, studentessa arrivata da Shanghai: "Trattata come una minaccia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento