A Bagheria nasce la Consulta giovanile: "Scegliete di essere parte attiva"

A parlare, nel corso della presentazione del nuovo organo, è il sindaco Patrizio Cinque. C'è tempo fino al 30 aprile per iscriversi e possono farlo tutti i bagheresi di età compresa tra i 14 e i 30 anni e gli studenti non residenti che frequentano le scuole superiori locali

La presentazione della Consulta

A Bagheria è nata la Consulta giovanile comunale. "Siate parte attiva del processo decisionale, solo così potrete cambiare la vostra città", si rivolge così ai giovani presenti in aula consiliare il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, nel corso della presentazione del regolamento e delle attività legate all'istituzione del nuovo organo cui possono partecipare tutti i cittadini bagheresi di età compresa tra i 14 e i 30 anni e gli studenti non residenti che frequentano le scuole superiori cittadine. A presenziare all'incontro, che si è svolto ieri in aula, oltre ad un folto numero di giovani, anche il presidente del Consiglio comunale. Marco Maggiore e l’assessore alla Pubblica istruzione, Romina Aiello. 

"La consulta - ha detto il sindaco - è una forma aggregativa di partecipazione alla cosa pubblica, un'attiva di confronto democratico sulla vita della città e questa amministrazione ha lavorato sin da subito al coinvolgimento dal basso e soprattutto dei giovani. Dovete immaginarla come uno strumento per avvicinarvi all'ente locale, per capire cosa sia il Comune e scoprire una pubblica amministrazione più vicina a voi, al di là del colore politico, delle ideologie di appartenenza". "Non abbiamo inventato nulla, le consulte giovanili sono previste nello statuto comunale approvato nel 2004 - ha aggiunto il presidente del Consiglio comunale - ma abbiamo voluto dare valore e vitalità ad uno strumento dormiente". 

C'è tempo fino al 30 aprile per iscriversi. Successivamente si svolgeranno le elezioni per il presidente e il vice-residente. L'assemblea si potrà riunione in aula consiliare e avrà la possibilità di poter contare sull’aiuto dell'ufficio di presidenza di a palazzo Butera. La Consulta avrà anche un ufficio formato da cinque membri, di cui uno di Aspra, al fine di garantire la rappresentatività della frazione marinara bagherese. 

"Difficilmente chi è fuori da determinati contesti riesce ad avere contezza di come funzionano gli Enti pubblici e quale sia l'attività delle figure istituzionali - sottolinea l'assessore Romina Aiello - e ciò accade perchè servono gli strumenti per avvicinare i giovani alle istituzioni. La consulta rappresenterà una sorta di laboratorio di idee rispetto alla formazione civica, una forma di conoscenza e di partecipazione. Chi spontaneamente si iscrive alla consulta per elaborare proposte e attività rappresenta un piccolo semino che si pianta all’interno del territorio e che si spera cresca: noi vi diamo lo strumento voi portatelo avanti contando sempre sulla nostra collaborazione". 

Per iscriversi alla Consulta bisogna compilare il modulo scaricabile dal sito del Comune e inviarlo all’indirizzo mail segreteria.consiglio@comune.bagheria.pa.it oppure consegnarlo all’ufficio di Presidenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento