homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Cinisi-Terrasini, Consiglio sui rifiuti: passa la richiesta dell'emergenza

Il documento elaborato d'intesa tra i due Comuni è stato approvato all'unanimità. Adesso i sindaci hanno ampio mandato per cercare di far togliere dalle strade le tonnellate di rifiuti

I sindaci di Cinisi e Terrasini

Grande affluenza al consiglio comunale congiunto di Cinisi e Terrasini sul problema dei rifiuti che si è svolto ieri a Cinisi e che ha visto la presenza anche di molti cittadini: circa un centinaio le persone presenti.

La seduta si è chiusa con l'approvazione all'unanimità (erano 24 i consiglieri presenti al momento dl voto) della proposta avanzata dal presidente del consiglio di Cinisi Nino Vitale ed elaborata d'intesa con tutti i politici presenti: la richiesta dello stato di emergenza sanitaria alla prefettura. La risoluzione del problema passa ora nelle mani dei due sindaci, Salvatore Palazzolo di Cinisi e Massimo Cucinella di Terrasini ai quali i consiglieri hanno dato ampio mandato.

I primi cittadini, dal canto loro, hanno promesso di fare tutto quello che è in loro potere fare nel più breve tempo possibile per svuotare le strade dalle tonnellate di spazzatura presenti e fatto intuire che la direzione per la futura gestione dei rifiuti e, una volta risolta l'emergenza, quella già intrapresa da 7 mesi: uscire dall'Ato Pa1 per dare vita ad una società consortile.

Non sono mancate le polemiche. In particolare il comitato Cinisi e Terrasini per l'ambiente definisce in una nota su Facabook l'incontro una "farsa" poichè "i cittadini non avevano diritto di parola".

"Un membro del nostro comitato - ci spiega Sabrina - ha fatto presente che si poteva fare un consiglio "aperto" in cui i cittadini che volevano prendere parola potevano iscriversi...ma è stata messa a tacere e nonostante le continue proteste dei cittadini, abbiamo deciso di alzarci e abbandonare in blocco "il teatro".

"Il consiglio comunale e' stato voluto fortemente dal Presidente del Consiglio comunale di Cinisi (attualmente all'opposizione) che si è improvvisamente accorto dell'emergenza rifiuti nei nostri territori che è giè in atto da questa estate, proprio 2 giorni prima che si terrà la manifestazione di protesta dei cittadini organizzata dagli amici del Comitato Ripuliamo Cinisi e Terrasini", continua la nota del comitato.


"Lo stato di emergenza sanitaria lo abbiamo già chiesto all'ASP di Carini noi del comitato ”Cinisi e Terrasini per l'ambiente” in data 09 gennaio 2013 con un telegramma (come tesimonia la foto che segue) inviato all'ufficio O.T.P., nella persona del dottor Pecoraro Luigi", conclude il comitato.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      "Interventi estetici a carico del sistema sanitario", Tutino rinviato a giudizio

    • Politica

      Via libera dal Consiglio al consuntivo 2015: conti del Comune tra luci e ombre

    • Politica

      Palermo ci riprova e si candida a "Capitale italiana della cultura 2018"

    • Cronaca

      La scomparsa dei Maiorana, indagati due imprenditori

    I più letti della settimana

    • Grillo sceglie Palermo per "Italia a 5 stelle": appuntamento il 24 e 25 settembre

    • "Mafia e teatrini": terremoto a Corleone, si dimettono 4 consiglieri

    • Mossa a sorpresa: Monterosso resta segretario generale della Regione

    • Crocetta detta le regole per Bellolampo, M5S: "Richieste surreali"

    • Reset, scatta l'aumento delle ore per 700 dipendenti

    • Rifiuti sulla Palermo-Sciacca, M5S: "Dall’assessorato risposta disarmante"

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento