Consiglio comunale, via libera al regolamento che istituisce il garante dei disabili

La nomina avverrà dopo una selezione mediante avviso pubblico: il garante non percepirà compensi. La tutela dei diritti dei diversamente abili al centro dell'atto approvato a Sala delle Lapidi. Il sindaco Orlando: "Ulteriore tessera per una città sempre più accogliente"

Sala delle Lapidi

Via libera dal Consiglio comunale al regolamento che istituisce la figura del garante dei diritti delle persone con disabilità. L'approvazione della delibera porta a conclusione un percorso avviato nel 2013 con l'approvazione da parte della Giunta di un apposito atto d'indirizzo.

In base al regolamento, il garante persegue la piena realizzazione dei diritti delle persone con disabilità, nonché l'integrazione e l'inclusione sociale. In ambito politico e privato interviene di propria iniziativa nel caso di segnalazioni provenienti da persona con disabilità o da familiari, tutori o amministratori di sostegno nei casi emergono disfunzioni, irregolarità, scorrettezze, prassi amministrative anomale o irragionevoli o comportamenti discriminatori. Potrà inoltre costituirsi parte civile in eventuali procedimenti penali a carico di chi abbia commesso reati contro l'autonomia delle persone con disabilità. La legge regionale che disciplina la figura e sulla quale è stato redatto il regolamento comunale non prevede nessun onere economico (nemmeno i rimborsi) e strutture a sostegno del garante. Punto che ha creato non poche polemiche in Consiglio. Nel suo intervento il ragioniere generale, Paolo Bohuslav Basile, ha però ribadito il "no" ad ogni ipotesi di compenso.

Il garante comunale, che verrà nominato dopo una selezione mediante avviso pubblico (che verrà diffuso nei prossimi giorni sul sito istituzionale del Comune), avrà subito da lavorare. E' proprio di oggi il caso di una volontaria in carrozzina del centro "Padre Nostro" che non è riuscita a partecipare ad un convegno presso la chiesa di San Mattia dei Crociferi, a causa di barriere architettoniche insormontabili.  Insomma, dalle parole si dovrà passare ai fatti. Tutto ciò affinché il regolamento venga concretamente applicato. 

Staremo a vedere cosa succederà. Per il momento, sia il sindaco Leoluca Orlando sia l'assessore alla Cittadinanza Giuseppe Mattina esprimono "un ringraziamento al Consiglio comunale e alla commissione competente per il lavoro fatto che ha permesso l'istituzione di una figura così importante". "Si tratta - a detta di Orlando - di un'ulteriore tessera per mettere in sicurezza una città accogliente, che considera la diversità un valore rifiutando logiche di emarginazione e di mortificazione in un anno nel quale Palermo intende confermarsi come Capitale della Cultura non soltanto artistica ma soprattutto della Cultura dei diritti di tutti e di ciascuno".

Per l’assessore alla Cittadinanza, Giuseppe Mattina, "il garante insieme all'istituzione dell'organismo territoriale per i diritti delle persone con disabilità rappresenta un passaggio unico per assicurare a tutti diritti e opportunità. Dobbiamo fare ancora tanto, tanto va migliorato ma continueremo con ostinazione verso questa direzione".

LE "VOCI" DEL CONSIGLIO

"E’ una giornata importante per la città di Palermo". Così il capogruppo del Partito democratico, Dario Chinnici (nella foto insieme all'assessore Mattina), commenta l'approvazione, del regolamento che istituisce il Garante dei diritti delle persone con disabilità. "Ringrazio l’assessore Giuseppe Mattina per il lavoro svolto - aggiunge Chinnici -. Più diritti, più inclusione sociale, più integrazione. E’ questa la strada che dobbiamo percorrere".

chinnici-mattina

"E' la prosecuzione di un percorso intrapreso dall'amministrazione nel 2013 con l'istituzione del Garante per l'adolescenza e l'infanzia. Ciò evidenzia a mio parere una crescente e significativa sensibilità nei confronti dei soggetti che necessitano di maggiore attenzione da parte della comunità e delle istituzioni". E' quanto dichiara Katia Orlando, consigliera comunale di Sinistra Comune, che prosegue: "Il Garante tutela a livello locale i diritti delle persone diversamente abili e delle loro famiglie, con l'obiettivo di consolidare il rapporto diretto fra i cittadini e l'amministrazione. L' istituzione del Garante mira infatti alla integrazione e inclusione sociale delle persone con disabilità in conformità ai principi costituzionali e alla Convenzione Onu del 2009, di cui l'Italia è stata promotrice. ln questa prospettiva il Garante assicura che i sevizi offerti siano attivi e funzionali; segnala eventuali carenze; informa i cittadini dei loro diritti;  illustra  e propone attività volte a sviluppare la conoscenza delle norme sulla disabilità, interagendo con l' Amministrazione, le associazioni del terzo settore e i soggetti direttamente interessati".

"Il regolamento che istituisce il garante per la disabilità è un atto di civiltà diventata oggi realtà in Consiglio comunale grazie anche al Movimento 5 Stelle e al lavoro svolto dalla commissione Cittadinanza sociale di cui sono membro" dice il consigliere pentastellato Antonino Randazzo, secondo cui "nella delibera viene anche riconosciuto e apprezzato il lavoro svolto dai gruppi di enti, associazioni di cittadini che formano l’organismo territoriale per la promozione dei diritti delle persone con disabilità e che continuerà ad operare a supporto del Garante".

Si dice "parzialmente soddisfatta" la consigliera Marianna Caronia, che sottolinea: "Grazie all'emendamento che abbiamo fatto approvare ieri il regolamento comunale apporta una miglioria rispetto alla legge regionale, di cui sono l'estensore. Inoltre mi impegno, in quanto deputata dell'Ars, a introdurre nella legge regionale un capitolo di bilancio che preveda la possibilità di assicurare gli strumenti necessari al funzionamento dell'ufficio del garante. Altrimenti rischiamo di rendere assolutamente inutile questa importante figura a tutela dei diritti dei disabili".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Le parole del sindaco suonano come una beffa...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Strage di Capaci 27 anni dopo, in aula bunker ci sarà anche il presidente della Camera Fico

  • Cronaca

    Furto tra i banchi della chiesa, rubato zainetto a una fedele: dopo la messa arriva la polizia

  • Cronaca

    Controlli in una mega area vicino al Cervello, sequestrate tre autorimesse abusive

  • Cronaca

    La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

Torna su
PalermoToday è in caricamento