Consiglio, bocciati i piani costruttivi: no alla realizzazione di 666 nuovi alloggi

Soddisfatta Sinistra Comune: "In una città in cui ci sono 30 mila appartamenti vuoti è impensabile riscontrare un'utilità pubblica nell'idea di costruirne altri anche in deroga". Critica Forza Italia: "Quanto accaduto appare del tutto paradossale"

Il Consiglio comunale boccia i sei programmi costruttivi, all'ordine del giorno dal 2013, che prevedevano la realizzazione di 666 alloggi da parte di cooperative edilizie. Da Sala delle Lapidi arriva così un "no" della maggioranza consiliare, eccetto i pareri favorevoli a quattro dei sei piani espressi dagli orlandiani Giovanni Lo Cascio, Paolo Caracausi e Claudio Volante. 

"Spiace constatare che la maggioranza non sia stata del tutto coesa rispetto alla bocciatura del provvedimento, che è stato comunque sostenuto anche da consiglieri 'esterni', cui va dato atto di aver svolto un ruolo importante per la gestione di questa delicata vicenda". A dichiararlo è Fausto Melluso, consigliere comunale di Sinistra Comune, che aggiunge: "In una città in cui ci sono 30 mila appartamenti vuoti è impensabile riscontrare un'utilità pubblica nell'idea di costruirne altri anche in deroga alla normativa di tipo urbanistico vigente. Resta il tema delle aree industriali dismesse che per noi è fondamentale: in sede di discussione del Prg siamo certi che l'amministrazione e la maggioranza troveranno il modo di utilizzarle al meglio e a favore delle categorie sociali che partono da una situazione di svantaggio". 

Nella seduta odierna l'Aula ha inoltre approvato un ordine del giorno (prima firmataria Giulia Argiroffi), che impegna l'amministrazione "a mantenere invariata nel redigendo Piano regolatore generale la destinazione urbanistica delle zone D (aree industriali, ndr), assicurando che sarà il Consiglio comunale stesso a valutare, area per area, l'eventuale modifica delle stesse destinazioni". Le aree industriali dismesse sono state motivo di scontro tra l'Ufficio del Prg e il capo area della Rigenerazione urbana, Nicola Di Bartolomeo, che ha firmato il Prg.  

I programmi costruttivi bocciati dal Consiglio riguardano alloggi previsti nell’ex cotonificio di viale Aiace, a Partanna Mondello; in via Messina Marine; nel piano Sant’Erasmo, nell'area ex mulini Virga; nella zona di San Lorenzo; alla ex Keller di via Maltese e in via Tommaso Natale. "Quella dei piani costruttivi è una pagina definitivamente chiusa per Palermo: la scelta del consiglio comunale di bocciarli tutti rimanda la pianificazione urbanistica della città alla sua sede naturale, cioè il nuovo Piano regolatore generale" dice Toni Sala, capogruppo di Palermo 2022. "Già in occasione dei Prusst - prosegue - Sala delle Lapidi aveva scelto di rimandare al Prg le scelte urbanistiche e quella di oggi è una decisione di naturale continuità. Ovviamente ci aspettiamo che il percorso del Prg adesso sia molto più veloce di quanto sia stato sinora. Spiace però che le opposizioni, a parte qualche lodevole eccezione, abbiano abbandonato la seduta, dimostrando poca attenzione su vicende decisive per il futuro di Palermo". 

Per Giulio Tantillo, capogruppo di Forza Italia, "quanto accaduto appare del tutto paradossale: gli imprenditori hanno presentato le istanze sulla scorta di un avviso pubblico, mentre con il voto di oggi viene azzerato tutto". Prende una posizione politica, critica nei confronti dell'amministrazione, il consigliere del Pd Rosario Arcoleo: "E' chiaro che la visione politica di questa amministrazione viene meno se ci presentano dei piani costruttivi prima di ragionare sul Prg. L'amministrazione attiva deve fare un mea culpa per aver messo in difficoltà il Consiglio. Credo che il Pd - conclude Arcoleo - debba essere chiaro con gli elettori e i militanti che lo guardano. Nei prossimi mesi proporremo una nuova agenda partendo proprio dal Piano regolatore, su cui si deve avere una visione globale di sviluppo della città. Visione che oggi non vedo in questa amministrazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento