Bagheria, approvato dal Consiglio il bilancio di previsione: "Ora si volta pagina"

Secondo il sindaco Filippo Tripoli "questo atto deve segnare deve segnare un cambiamento culturale, di procedure snelle, fatte di trasparenza dei conti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Con 13 voti favorevoli e 5 contrari, il Consiglio comunale di Bagheria ha approvato ieri il bilancio di previsione per gli anni 2019-2021. Durante la lunga seduta è stato inoltre approvato il piano triennale delle opere pubbliche.   

"Per la prima volta il bilancio di previsione della città è stato votato anche dai consiglieri di opposizione cosa che non capitava da molti anni - ha detto il sindaco Filippo Tripoli - Questo bilancio deve segnare il cambiamento della città, un cambiamento che deve essere culturale, di procedure snelle, fatte di trasparenza dei conti, di controllo ed indirizzo politico del lavoro svolto da tutti. Un bilancio partecipato con un lavoro di controllo e di indirizzo di cui siamo responsabili il Sindaco, la Giunta e il Consiglio Comunale e tutti gli uffici, il cui lavoro deve esprimere gli interessi dei cittadini cui rispondiamo del proprio operato".

Entra nel dettaglio il vicesindaco e assessore al Bilancio Daniele Vella: "L’approvazione del bilancio di previsione è un fatto importante. Ringrazio tutti i consiglieri comunali, i colleghi di giunta e i dipendenti che hanno, con senso di responsabilità, portato a termine i lavori fino a tarda ora in un clima sereno. E' un bel segnale che il bilancio oltre ad essere stato approvato con i voti della maggioranza sia stato approvato anche da una parte dell’opposizione. L’amministrazione nell'interesse generale di garantire i servizi ai cittadini ha permesso l’approvazione del bilancio previsionale, già incardinato, modificandolo con qualche emendamento. Abbiamo previsto somme per il corpo dei vigili urbani, per l’espletamento del loro turno di servizio notturno, per la manutenzione delle strade, per l’acquisto delle divise. Abbiamo incamerato un finanziamento per l’individuazione di un energy manager, pur tra mille difficoltà rimaniamo ancorati dalla parte di chi ha più bisogno e difficoltà, per questo abbiamo cercato di tenere i conti in ordine garantendo i servizi".

"Diverse persone hanno chiesto informazioni circa la fase di dissesto - ha aggiunto il vicesindaco -. Come abbiamo avuto modo di chiarire l’ente il 31/12/2017 ha superato da un punto di vista tecnico e tempistico la fase di dissesto. Non è obbligato agli adempimenti che questa comportava, ma permangono criticità. Alcune criticità proprie di tutti i Comuni, per esempio la difficoltà di riscossione sulla quale abbiamo già iniziato ad intervenire con la creazione di un apposito ufficio riscossione per recuperare le sacche di evasione e approvando la definizione agevolata. Altre criticità specifiche ad esempio, il lavoro dell'Osl che ancora dovrà trasmetterci il suo risultato, il pericolo di revoca di finanziamenti che questa amministrazione ha purtroppo ereditato e sui quali sta cercando di rimediare. Adesso porteremo avanti il lavoro sul rendiconto di gestione 2018 e siamo convinti di portarlo ad approvazione nel breve periodo".

Torna su
PalermoToday è in caricamento