Consigliere dell'Ottava circoscrizione passa alla Lega: "Non ci ferma più nessuno"

L’ultimo a dire sì al Carroccio è Lorenzo Romano, avvocato, 36 anni. "Un tassello importante per la crescita del partito a Palermo"

Lorenzo Romano e Igor Gelarda

"La Lega avanza come un rullo compressore a Palermo, conquistando sempre più spazio all’interno dei consigli di circoscrizione". Comincia così la nota pubblicata dai leghisti palermitani. L’ultimo a dire sì al Carroccio è Lorenzo Romano, avvocato, 36 anni, componente dell'ottava circoscrizione, quella che comprende le zone Politeama, Libertà, Montepellegrino, Malaspina e Palagonia.

“Ho spostato il progetto della Lega - dice Romano - per portare avanti i principi che hanno sempre contraddistinto la mia attività politica di destra, nel segno della rivoluzione del buonsenso e della legalità sociale. Il mio obiettivo e quello del gruppo che mi sostiene - conclude il neo consigliere del Carroccio - è il rinnovamento di una classe dirigente che sia attenta alle esigenze del territorio”.

Romano, già vicepresidente della stessa circoscrizione dal 2007 al 2012, è stato il più votato nella coalizione del centrodestra alle elezioni amministrative del 2017. La sua adesione è avvenuta nelle mani di Igor Gelarda, responsabile regionale enti locali della Lega, già capogruppo in Consiglio comunale e candidato di punta del partito guidato da Matteo Salvini alle elezioni europee del 26 maggio nel collegio Sicilia e Sardegna. Tutto nel segno del nuovo corso siciliano del partito messo in atto dal senatore Stefano Candiani, commissario straordinario del Carroccio nell’Isola. 

“Entrare a fare parte della Lega - dice Gelarda - significa entrare a fare parte di una grande famiglia. L’adesione di Lorenzo Romano, in particolare, è tassello importante per la crescita del partito a Palermo, una città che ha diritto ad un governo del buonsenso lontano anni luce da quello attuale capeggiato dal sindaco Orlando. A breve in città ci saranno nuove adesioni alla Lega - conclude Gelarda - segno che i cittadini hanno capito che la stagione dell’attuale amministrazione comunale volge ormai al termine. Perché Palermo, come tutta la Sicilia, hanno bisogno di essere liberate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

Torna su
PalermoToday è in caricamento