Nuovo sistema informatico al Comune, ancora un rinvio per la carta d'identità elettronica

La Sispi sta effettuando i corsi di formazione ai dipendenti. L'assessore Nicotri: "A metà gennaio finirà il periodo di aggiornamento". Un altro ritardo dopo la "bonifica" dei dati dell'anagrafe cittadina. Eppure il sindaco aveva annunciato che il servizio sarebbe partito a novembre

La carta d'identità elettronica

La carta d'identità elettronica? I palermitani dovranno attendere ancora qualche mese. E dire che il sindaco Leoluca Orlando aveva annunciato in pompa magna la svolta digitale entro novembre. Ma novembre è passato e della carta d'identità digitale nessuna traccia.

Il motivo? Il passaggio alla nuova piattaforma informatica, predisposta dalla Sisipi, ha ritardato l'avvio del servizio. Che, intoppi permettendo, partirà quando il personale comunale avrà terminato i corsi di formazione. L'assessore ai Servizi demografici, Gaspare Nicotri, scandisce i tempi: "A metà gennaio finirà il periodo di aggiornamento". E aggiunge: "Inizialmente si pensava di utilizzare il vecchio sistema informatico. Visto che si è verificata una contestualità tra la nuova piattaforma consegnata dalla Sispi e l'introduzione della carta d'identità elettronica, abbiamo preferito fare adesso la formazione ai lavoratori. I corsi, coordinati dall'ingegnere Salvatore Morreale, vanno avanti a scaglioni perché dobbiamo garantire la prosecuzione delle attività negli uffici: Anagrafe, Stato civile, postazioni decentrate e impianti cimiteriali sono i settori interessati". 

Gaspare Nicotri 1I ritardi per la formazione dei dipendenti si sommano a quelli accumulati per l'allineamento dell'anagrafe comunale con l'Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr) gestita dal ministero dell'Interno. Nel corso delle verifiche era emerso che per alcuni nuclei familiari e cittadini (circa lo 0,7% del totale, 5mila persone) i dati non erano corretti al 100%. Ragion per cui si è stata necessaria una lunga operazione di "bonifica" dei database dell'anagrafe cittadina.

"Il fatto che ad oggi il Comune di Palermo non rilasci la Cie è una vergogna - scrive una lettrice a PalermoToday -. Sono stata all'Anagrafe di viale Lazio e non mi hanno saputo dare informazioni a riguardo. Perché allora prendere in giro i cittadini annunciando che il servizio sarebbe partito a novembre?". Per il rilascio della carta d'identità elettronica bisognerà aspettare quella che l'assessore definisce "una rivoluzione di sistema". Gli utenti si mettano il cuore in pace: il documento cartaceo verrà mandato in "soffitta" non prima di febbraio, stando alla tempistica prevista da Nicotri.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • La colpa è di quei palermitani che hanno votato per l'ennesima volta Orlando, a Palermo i tempi di attuazione sono biblici, per esempio prolungamento di Via Palinuro ancora non completo.....

  • Ancora come dei boccaloni credete ai proclami del pupo nostrano©... E poi, non si capisce tutta questa corsa nell'avere l'agognata tesserina... NON È UN GADGET. Anziché intasare gli uffici per futilità, andate a lavorare!

Notizie di oggi

  • Sport

    Palermo-Mirri: fumata nera, spunta un’offerta da 50 milioni per rilevare il club

  • Sport

    Brignoli fa mea culpa: "Inutile nascondersi, ho sbagliato"

  • Cronaca

    Banda spacca vetrine di nuovo in azione: colpo messo a segno nella gioielleria Sutera

  • Cronaca

    Esplosione davanti al cimitero Sant'Orsola, a fuoco un fioraio in via Parlavecchio

I più letti della settimana

  • "Figurati se prendiamo una da Palermo", mail inviata per errore scatena polemica

  • Video porno con ragazzine dietro la scomparsa: "Maiorana morti per i ricatti che il padre organizzava"

  • La nuova mafia a Palermo, ecco chi comanda: "Quindici mandamenti gestiti da 81 famiglie"

  • Spaccio alimentare, filiali chiuse a Palermo: "Stipendi in ritardo, famiglie nel dramma"

  • Folle notte alla Vucciria, medico preso a pugni: "Amo la mia Palermo ma forse andrò via..."

  • Assalto al reddito di cittadinanza: a Palermo boom di finti divorzi per scroccare il sussidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento