Sindaco, assessori e consiglieri "Tutti giù per terra" contro le stragi in mare

L'amministrazione comunale ha aderito all'iniziativa dell'Unicef. Il primo cittadino ribadisce l'impegno "per la libera mobilità delle persone"

Un gesto simbolico per tenera alta l'attenzione sulle stragi del mare e per sensibilizzare l'Europa. La Giunta e il Consiglio comunale hanno aderito all'iniziativa #TUTTIGIUPERTERRA, promossa dal Comitato Italiano per l’Unicef. “Si tratta – ha detto il presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando - di un’ulteriore iniziativa della città di Palermo per richiamare l’attenzione delle istituzioni affinché impediscano questa tragedia”.

Per il sindaco Leoluca Orlando è “un atto simbolico che vuole essere un nuovo chiaro messaggio all'Europa. Palermo non sopporta più simili atteggiamenti e orgogliosamente si pone in testa a quel movimento di pensiero a favore della libera mobilità delle persone che abbiamo espresso con la 'Carta di Palermo' e con la richiesta dell'abolizione del permesso di soggiorno”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Economia

      Almaviva trasferisce 154 lavoratori in Calabria: "Alto rischio di licenziamenti volontari"

    • Cronaca

      Nasce femmina, ma è maschio: operato per cambiare sesso bimbo di 2 anni

    • Cronaca

      Nuovo assalto a un furgone di sigarette, ma il colpo non va a segno

    • Incidenti stradali

      Incidente sulla Palermo-Agrigento, sbanda e cappotta con l'auto: ferito

    I più letti della settimana

    • Woodstock a 5 Stelle, Grillo sul palco: "Sono tornato e ci sono a tempo pieno"

    • L'inno di Italia 5 Stelle 2016 e l'arrivo di Grillo sul palco | VIDEO

    • Italia a 5 Stelle, Grillo chiude la kermesse: "Voliamo in alto, nulla è impossibile"

    • M5S, caos candidature: Grillo&Co "commissariano" Palermo

    • Raggi, spintoni, cori e promesse: "Abbiamo preso Roma, ora tocca a Palermo"

    • Grillo si riprende il Movimento, parte da Palermo la sfida per governare

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento