Comune, le opposizioni bocciano la Giunta-bis: "Sindaco in agonia politica"

I nuovi assessori e la redistribuzione delle deleghe non piacciono a Lega e M5S. Gelarda: "Orlando continua a essere disattento a Palermo e ai palermitani". Amella: "Ulteriore perdita di tempo per i cittadini". Terrani (Mov139) auspica un cambio di passo: "Serve più dialogo con il Consiglio"

La Giunta comunale varata dal sindaco Leoluca Orlando non piace alle opposizioni, che attaccano senza giri di parole il primo cittadino nel giorno in cui i nuovi assessori vengono presentati a Sala delle Lapidi.

GELARDA-8Per Igor Gelarda, capogruppo della Lega in Consiglio comunale, la nuova compagine "non serve ad altro che ad allungare la sua agonia politica ormai ineluttabile, prigioniero com’è, il primo cittadino palermitano, di pochissimi fedelissimi che gli sono rimasti gioco forza accanto in questa maggioranza così tanto rabberciata e traballante. Basta dire che è stato richiamato perfino Giusto Catania, che tanto male ha gestito la Ztl e l’Amat”.

“Il sindaco continua a essere disattento a Palermo e ai palermitani - aggiunge Gelarda - e nel frattempo mancano ancora deleghe importantissime come quelle al Turismo e allo Sport, a dimostrazione che non c'è una vera programmazione. Orlando continua a ostinarsi nel volere essere l’ambasciatore dei palermitani nel mondo, piuttosto che il sindaco dei palermitani. Attacca il governo di Salvini proprio oggi che il viceministro alle Infrastrutture della Lega, Edoardo Rixi, ha annunciato, in visita a Palermo, che arriveranno 120 milioni di investimenti per i porti della Sicilia occidentale. Attacca Salvini, mentre i morti nel Mediterraneo si sono ridotti del 95 per cento. Orlando prenda piuttosto esempio dal ministro dell’Interno - conclude Gelarda - e rispetti i cittadini palermitani, concentrando le energie sui problemi reali e non sui premi internazionali, in una città, Palermo, che perde ogni giorno la sua identità".

Giunta con vista sul 2022, Orlando passa dai tecnici ai politici: "Guardiamo al futuro"

Concetta Amella-2Critiche nette anche dal Movimento Cinque Stelle. “Il rimpasto - dice la capogruppo Concetta Amella  - è un’ulteriore perdita di tempo per i cittadini e un prolungare di un’agonia che va avanti ormai da anni il cui epilogo è già scritto. Orlando ha ovviamente difficoltà ad amministrare perché alle elezioni ha preso il consenso solo grazie ad un’accozzaglia di partiti di estrazione diversa e travestiti da falso civismo”.

Secondo la pentastellata “Siamo davanti a un'esperienza fallimentare nella sua continuità, dalla gestione amministrativa e di bilancio, alle partecipate e ai servizi, con i cittadini a pagarne le conseguenze in termini di tasse e servizi scadenti. Il rimpasto propone nuove facce, nuovi nomi, ma vecchia logica. Un rimpasto fatto per sedare gli appettiti di una maggioranza ingorda, per serrare i ranghi di una maggioranza che compatta non è mai stata. Per questo siamo sconfortatamente convinti che non ci sarà nessun rilancio dei servizi, della qualità della vita in città e delle partecipate. Non può esserci cambiamento con un sindaco come Leoluca Orlando”.

Sandro Terrani-2Nella maggioranza chiede un cambio di passo anche Sandro Terrani, capogruppo Mov 139, per il quale "la nuova Giunta deve avere un imprinting immediato e soprattutto avere una continuità interlocuzione con il Parlamento della città che è il Consiglio comunale. La nuova Giunta si deve occupare della valorizzazione e cura del personale e metterlo al centro dell'attività amministrativa". 

Prioritario, per Terrani, è affrontare il nodo del piano regolatore: "Spero si passi da un piano che ha cementificato la città a uno che la riqualifichi partendo delle periferie. Non dimentichiamo la valorizzazione del patrimonio comunale, fino a oggi sottovalutato e abbandonato. Parlo del Palasport, del Diamante e delle tante strutture abbandonate nelle periferie. Basta poi con gli stereotipi che l'immigrato ha sempre bisogno, loro sono una risorsa. Plauso all'azione di sinergia per la risoluzione delle numerose emergenze tra il terzo settore e l'assessorato alla Cittadinanza sociale".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • I palermitani non si sentono più rappresentati da Orlando, rassegni le dimissioni

    • Dovevano pensarci due anni fa.

  • Ormai la misura è colma.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il camionista palermitano che sognava una strage in nome dell'Isis: convalidato il fermo

  • Economia

    Reddito di cittadinanza, provincia di Palermo sul podio nazionale: accolte 26.204 istanze

  • Cronaca

    "Calmi, nessuno si farà male": con le tute da imbianchino e la pistola rapinano Carrefour

  • Cronaca

    Villabate, furto in chiesa durante la Settimana Santa: rubati il pc del parroco e le offerte

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Tragico incidente in auto, morto ragazzo palermitano di 20 anni

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

Torna su
PalermoToday è in caricamento