Comune, firmato il contratto decentrato: nuovi incentivi per la polizia municipale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

E' stato firmato dai rappresentanti sindacali di del Csa, della Uil e della Diccap il contratto decentrato "stralcio" del Comune. In una nota il Comune spiega che "il contratto, di fatto, aumenta e migliora i servizi resi alla cittadinanza"

Sono stati modificati i criteri generali del sistema di incentivazione del personale di polizia municipale. "Viene abolita - si legge in una nota - l’obbligatorietà dei sei turni annuali aggiuntivi da espletare nella giornata di sabato, contestualmente rideterminando i compensi connessi alla performance Individuale nella stessa misura del restante personale del comparto. Inoltre, il contratto prevede un ulteriore compenso di performance individuale specifica connessa agli obiettivi assegnati per i servizi espletati nelle giornate di sabato, domenica e festivi infrasettimanali, il cui importo varia in funzione del progetto (sono previsti quattro distinti progetti)  a cui potranno aderire, su base volontaria, tutti i i dipendenti appartenenti al corpo di polizia municipale, indipendentemente dallo svolgimento dell'orario intero, ridotto/part.time o in distacco sindacale".

Il contratto prevede "un numero minimo di adesioni e di turni da espletare, pena la decadenza dell’accordo e il ripristino del precedente. A partire dal prossimo 1 luglio per il personale partime/stabilizzato con un numero di ore inferiore a 36 saranno corrisposti in misura intera, trattandosi di compensi legati al raggiungimento di obiettivi assegnati sia il compenso quadrimestrale afferente ai risultanti conseguiti dalla unità operativa. di appartenenza - ambito A della performance Individuale, sia il compenso annuale afferente – in funzione della categoria di appartenenza – alla performance organizzativa del servizio/ufficio ove il dipendente presta la propria attività lavorativa".

Il contratto “stralcio” prevede anche adeguamenti dei criteri per la corresponsione dei compensi professionali per il personale tecnico e per gli avvocati “Funzionari legali”.

“Siamo molto soddisfatti - ha commentato il sindaco Orlando – che conclude un percorso di grande collaborazione tra amministrazione e rappresentanze sindacali. Questo permetterà un miglior funzionamento dei servizi della polizia municipale, maggiori incentivi agli agenti che puntualmente svolgono il loro servizio sul territorio con grande professionalità ed un notevole miglioramento dei servizi ai cittadini che conferma ancora una volta il cambio culturale di questa città ed il suo processo di autostima. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla chiusura dell'accordo che, tra l'altro, riconosce diritti alle figure professionali tecniche e agli avvocati e si danno maggiori garanzie ai dipendenti part-time e stabilizzati".

Torna su
PalermoToday è in caricamento