Comune, Cisl: "Bocciato contratto decentrato" ma Uil e Cgil smentiscono: "Chiesti solo chiarimenti"

Sindacati su posizioni opposte. Per la Cisl "I cittadini pagheranno le spese di scelte amministrative e politiche palesemente incongrue". Me altre sigle tuonano: "Sono stati chiesti agli uffici chiarimenti sul percorso seguito"

"Il collegio dei Revisori dei Conti ha bocciato il contratto decentrato del Comune". Lo annuncia Lorenzo Geraci, segretario generale della Cisl Fp Palermo Trapani. "Avevamo lanciato l'allarme su questo contratto che per noi era da modificare e rivedere - aggiunge Geraci - e per il nostro rifiuto a sottoscriverlo, ci siamo trovati isolati rispetto alle altre sigle sindacali e all'amministrazione. Oggi i fatti confermano che avevamo ragione".

Geraci sottolinea come questo stop da parte dei revisori dei conti, "inevitabile e ampiamente prevedibile", avrà ripercussioni negative sui dipendenti e sui servizi. "A pagare le spese di scelte amministrative e politiche palesemente incongrue - afferma Geraci - saranno i lavoratori e i cittadini”. Per il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana “la Cisl è da sempre disponibile al confronto su un contratto che sia efficace e corretto e confidiamo che in tutti prevalga il senso di responsabilità,  l’obiettivo di valorizzare il personale e la qualità dei servizi ai cittadini, e non la voglia di fare valere solo una propria pregiudiziale posizione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giuseppe Badagliacca e Nicola Scaglione del Csa-Cisal, Salvatore Sampino e Ilioneo Martinez della Uil Fpl e Raffaele Sanfratello della Cgil Fp, smentiscono però la Cisl. "I Revisori dei Conti - dicono - non hanno bocciato il contratto decentrato del personale, ma si sono limitati a chiedere agli uffici chiarimenti sul percorso seguito e un confronto sul calcolo dei parametri previsti dalla legge. Niente di più e niente di meno, come dimostrano gli atti ufficiali. Ricordiamo che il contratto decentrato è stato predisposto proprio dagli uffici comunali, ottenendo i pareri necessari. Le nostre organizzazioni sindacali che hanno firmato il contratto sono le stesse e le sole che hanno avanzato proposte, suggerimenti e modifiche e che ancora oggi lavorano alla soluzione dei problemi; si isola chi invece è a corto di idee".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, in Sicilia sospeso l'avvio della stagione balneare

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

Torna su
PalermoToday è in caricamento