Ok dell'Anpal alla mobilità interaziendale, Orlando: "Così miglioreremo conti e servizi"

I trasferimenti da una partecipata all'altra non dovranno intendersi come nuove assunzioni: superate le questioni formali che avevano frenato il Comune. A settembre riunione con gli amministratori delle ex municipalizzate

Superate le questioni formali che hanno finora "frenato" la mobilità tra le aziende partecipate del Comune. Dopo gli incontri svolti a Roma dal sindaco Leoluca Orlando con i vertici dell'Anpal (Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro), è arrivato l'ok al trasferimento del personale da una società all'altra. I "cambi di casacca" non dovranno intendersi come nuove assunzioni: lo ha chiarito la stessa Anpal, convalidando la proposta e la posizione assunta dall'amministrazione comunale in merito alla mobilità interaziendale.

"Ho già convocato per la prima settimana di settembre una riunione con gli amministratori delle stesse aziende e col vicesindaco Giambrone - dichiara Orlando - per riprendere la valutazione e programmazione dei passaggi successivi che potranno avere ricadute positive sia per i lavoratori, sia per i conti e l'operatività delle aziende interessate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo scorso dicembre, il Consiglio comunale aveva approvato un ordine del giorno sulla mobilità dei lavoratori delle partecipate, con l'obiettivo di creare un sistema di "vasi comunicanti" che potesse compensare gli squilibri sul numero di addetti. Alla Rap, ad esempio, negli ultimi anni l'organico è diminuito di 500 unità (causa anche pensionamenti), con un conseguente peggioramento della qualità del servizio. i circa1.800 dipendenti dell'azienda d'igiene ambientale non sono sufficienti a coprire l'intero fabbisogno cittadino, tanto che l'amministratore unico Giuseppe Norata aveva chiesto un aumento del personale. Aumento stoppato dall'amministrazione comunale, che adesso però potrebbe rinforzare l'organico di Rap con lavoratori provenienti da Reset.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento