Indennità non erogate ai vigili, M5S lancia l'allarme: "Comune rischia buco da 35 milioni"

Il contenzioso tra l'ente e 500 agenti della municipale arriva in tribunale, il 10 maggio prima udienza. Gelarda: "Amministrazione inqualificabile". Forello: "Situazione grave, non ci sono somme accantonate. Serve unità di crisi sul bilancio". Il sindaco: "Ho chiesto una relazione"

Palazzo delle Aquile

Allarme sui conti del Comune. A lanciarlo è il Movimento Cinque Stelle, secondo cui un contenzioso tra l’ente e 500 vigili urbani "potrebbe produrre un buco da 35 milioni di euro nelle casse di Palazzo delle Aquile". Il caso è quello del piano per il miglioramento dell’efficienza dei servizi di polizia municipale: il Comune avrebbe pagato solo parzialmente ai caschi bianchi le indennità degli anni 2011, 2012 e 2013 e non avrebbe pagato del tutto quelle del 2014 e 2015. Si tratta di somme accessorie riconosciute agli agenti della polizia municipale - anche attraverso un fondo regionale - in base progetti operativi e specifiche attività concordati con l’amministrazione comunale.

forello conferenza debiti comune palermo-2Il prossimo 10 maggio si terrà la prima udienza presso la sezione Lavoro del Tribunale, dopo il ricorso presentato dagli avvocati Ettore Volpe e Pierluigi Fauzia. Ad oggi, denunciano i pentastellati, "l’amministrazione non ha accantonato nessuna somma nel cosiddetto fondo rischi". Una situazione che "rende insostenibili gli attuali equilibri di bilancio del Comune". Così il capogruppo del M5S a Sala delle Lapidi, Ugo Forello, preoccupato della tenuta dei conti alla luce non solo di questo contenzioso, ma di altre partite contabili aperte: i disallineamenti con le società partecipate, l’azzeramento del fondo di riserva e le anticipazioni di cassa. "Con la proposta di bilancio consolidato in definizione (si attende solo la relazione dei revisori dei conti) - spiega Forello - sarebbe certo un disallineamento al 2016 di circa 42 milioni di euro, dei quali oltre 24 milioni di euro sprovvisti di copertura in quanto Rap, Amat e Amap hanno rispedito al mittente la richiesta di cancellazione dei crediti contestati. L'amministrazione comunale, inoltre, ha già utilizzato tutte le somme disponibili nel fondo di riserva (quasi 2 milioni) e ad aprile ha raggiunto una quota di anticipazione di cassa pari a 80 milioni".

Un quadro a tinte fosche che, a detta dei grillini, dovrebbe portare l’amministrazione "ad aprire un’unità di crisi su bilancio e partecipate". "Il sindaco Orlando non faccia orecchie da mercante, ma guardi in faccia la realtà: riconosca la crisi, in tal caso siamo pronti a collaborare" sottolinea Forello, che si dice pronto a presentare "un esposto alla Corte dei conti qualora dal ricorso dei 500 vigili urbani dovessero emergere elementi di responsabilità contabile e un potenziale danno per le casse del Comune".

Mattaliano (Coraggiosi): "Nessuno pensi di far pagare i cittadini"

Il rischio di soccombenza davanti al giudice del lavoro sarebbe una mazzata per l’amministrazione comunale. "Da mesi il nostro consigliere Igor Gelarda ha denunciato il mancato indennizzo agli agenti - prosegue Forello - ma si è preferito mettere la polvere sotto il tappeto. Ecco perché ho formalmente chiesto all’avvocatura comunale se questo rischio di soccombenza esiste e se bisogna subito procedere ad accantonamenti in bilancio. La situazione è grave: il Comune rischia il fallimento. L’accantonamento di queste somme, così come i disallineamenti privi di copertura vanno calati in bilancio. C’è infatti un collegamento tra il consolidato 2016, il consuntivo del 2017 e il previsionale 2018, che devono essere ancora approvati. Il futuro contabile del Comune si gioca qui”.

Movimento 5 Stelle Igor Gelarda Consiglio comunale-2Il consigliere Igor Gelarda, assente alla conferenza stampa convocata da Forello, preannuncia "la possibilità di un esposto in Procura per valutare se la documentazione del Comune inerente fondo efficienza servizi, certificazioni e quant'altro, sia conforme alle norme di legge". E aggiunge: "Sono soddisfatto di quanto detto oggi dal mio capogruppo pro tempore sull'enorme debito che il Comune ha anche verso gli operatori della polizia municipale. Forello ha esposto bene il lavoro fatto da altri consiglieri comunali. Un plauso va ai sindacati che hanno portato avanti una vera e propria class action. Ormai da mesi, assieme ai componenti della mia commissione, mi occupo in maniera approfondita del fondo efficienza servizi. Sono stato a stretto contatto con i diretti interessati e credo che sia poco definire inqualificabile l'atteggiamento dell'amministrazione comunale. Il 9 maggio la Sesta commissione abbiamo convocato in audizione il dirigente Sergio Pollicita in merito agli anni correnti e al prossimo triennio del fondo efficienza servizi".

Scaglione (Csa): "No a strumentalizzazione politica" 

L’assessore al Bilancio, Antonino Gentile, preferisce non entrare nello specifico del contenzioso tra Comune e vigili urbani perché, spiega, "non ne ho contezza in maniera diretta in quanto se ne sono occupati l’avvocatura e la ragioneria. Non si tratta di una questione politica, ma tecnica. Siamo comunque consapevoli delle refluenze non positive che potrebbe avere sul bilancio". Sui disallineamenti Comune-partecipate e sull’apertura di un’unità di crisi, come chiesto dal M5S, arriva un no comment: "Sono questioni abbastanza complesse già all’attenzione della Giunta - conclude Gentile -. Farò ulteriori approfondimenti con il sindaco".

E Orlando, intervistato da Tgs, dice: "Ho incaricato il segretario generale, l'avvocatura comunale e il comandante della polizia municipale di fare una relazione. Quando arriverà sul mio tavolo mi pronuncerò". Mentre sui disallineamenti spiega: "Nel 2012 ammontavano a 240 milioni, oggi sono 17 milioni. Con il bilancio consolidato, l'amministrazione punta a riconoscere i crediti delle aziende e procedere al pagamento rateizzato. Se chi fa opposizione leggesse le norme saprebbe che all'amministrazione conviene di più riconoscere un debito piuttosto che contestarlo. Siamo impegnati ad eliminare i disallineamenti e, al pari di altre città, viviamo questa 'sofferenza' dovuta al passaggio al consolidato. Sul consolidato, il collegio dei revisori ha appena rilasciato parere".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • La lettera: "Silvana Saguto ci hai tolto tutto, tu mangiavi sempre al ristorante e noi un pezzo di pane"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Un colpo di pistola in aria e poi l'assalto al portavalori, rapina da 65 mila euro a Bagheria

Torna su
PalermoToday è in caricamento