Navette Amat, retromarcia sui tagli: "Saranno ripristinate, trovate le coperture in bilancio"

I bus sono stati sospesi dopo la riduzione del fondo per i servizi speciali, scatenando un vespaio di polemiche. L'allarme ora sembra rientrato, l'annuncio di Orlando e Cimino: "Il servizio potrà essere subito riattivato". Comune e azienda condivideranno i Cit per promuovere car e bike sharing

Il sindaco Orlando con l'amministratore unico di Amat Cimino

Le navette express che collegano il parcheggio Basile a piazza Indipendenza verranno ripristinate. Idem le linee arancione per il centro storico. Ad assicurarlo il sindaco Leoluca Orlando e l'amministratore unico di Amat Michele Cimino. Sembra rientrato l'allarme mobilità dopo il taglio di un milione del fondo destinato ai servizi speciali di trasporto.

La riduzione, operata nel bilancio 2019 del Comune (approvato al momento solo in Giunta), verrà compensata con risorse prese da altri capitoli. "In bilancio sono state reperite le coperture necessarie, in parte verranno garantite dai proventi delle multe" ha annunciato Cimino, che ieri sera ha trovato l'intesa dopo un colloquio con il sindaco Orlando. E oggi, sempre al fianco del primo cittadino, ha dato la good news durante la presentazione di un protocollo d'intesa Amat-Comune per la promozione, vendita di biglietti bus, tram e abbonamenti del bike e car sharing nei Cit: i centri d'informazione turistica sparsi in città.

Gentile: "I fondi ci sono", ed è scontro con la Riolo

Cimino ha garantito che "il servizio, sospeso oggi, potrà essere subito riattivato". Parole che dovrebbero placare le polemiche sollevate dopo la direttiva degli assessori Gentile e Riolo. Gli stessi due esponenti di Giunta ieri erano entrati in conflitto, accusandosi a vicenda. La Riolo ha attaccato Gentile, reo di tagli che avrebbero ridotto i servizi ai cittadini. Gentile ha replicato sostenendo che la sospensione delle corse non è giustificata dalla risorse previste dal bilancio in vigore (1,8 milioni). Anche associazioni e consiglieri comunali hanno subito fatto la voce grossa. Tra questi Ottavio Zacco (Sicilia Futura), presidente della commissione Attività produttive, che ha chiesto un'immediata retromarcia da una scelta "lontana dal progetto politico condiviso". Ma anche Sinistra Comune, che ha parlato di "passi indietro sulla mobilità sostenibile".

L'annuncio di Cimino, con annessa conferma di Orlando, è adesso atteso alla prova del nove. Ovvero l'effettivo ritorno in strada delle navette a fare la spola nel centro storico. Risolto un problema, ce n'è un altro da affrontare. Il paventato taglio del 30%, previsto nella finanziaria regionale, dei contributi al trasporto pubblico locale. Per l'Amat sarebbe un colpo mortale: -10 milioni dai 37 di corrispettivo regionale. Giovedì è stata fissata una riunione in commissione Bilancio all'Ars. "Siamo fiduciosi - ha dichiarato Cimino - c'è la volontà di ripristinare queste somme". Sulla stessa scia Orlando: "La Regione ci ha spiegato che si tratta di un taglio provvisorio, dovuto al rientro di risorse nelle casse del governo nazionale. Ecco perché non avete finora sentito mie proteste. Resta lo scandalo della Sicilia unica Regione d'Italia che non finanzia il ferrato".

"Il blocco delle navette gratuite nel centro storico - commenta Zacco - sarebbe stato un atto irresponsabile e bene ha fatto il Sindaco a dare immediatamente indicazione agli uffici perché fosse trovata una soluzione. La possibilità di muoversi con questi mezzi all'interno della Ztl rappresenta infatti uno strumento indispensabile sia per i cittadini che lavorano nell'area sia per coloro che vogliono raggiungere le attività commerciali che vi operano. Bene le limitazioni al traffico, se sono compensate da servizi pubblici adeguati a non danneggiare residenti e commercianti dell'area".

Intanto Comune e Amat stanno spingendo il piede sull'acceleratore per promuovere car sharing, bike sharing e per incrementare la vendita dei biglietti. L'intesa si è concretizzata con l'accordo sui Cit, che dà la possibilità all’Amat di avere un contatto diretto con i turisti, ma anche con i palermitani, per promuovere i servizi di trasporto, vendere i propri titoli di viaggio, gli abbonamenti per la mobilità dolce in sharing nelle strutture di piazza Bellini, via Cavour, al porto, Palazzo Galletti. In queste strutture il personale Amat condividerà lo spazio nei Cit, mentre a Mondello il Cit sarà affidato in comodato d’uso gratuito alla partecipata. 

L’Amat si dovrà impegnare ad ampliare l’offerta turistica del bike sharing, dotando, a richiesta, le biciclette di seggiolino per bambini. Inoltre, gli abbonamenti annuali a bike e car sharing, per gli alberghi, saranno scontati del 50% (il pacchetto prende il nome di “Amat Tourist”), ma dovranno essere almeno 150. L’accordo prevede anche che Amat consentirà al comune di avere alcuni spazi nelle postazioni della Stazione centrale e in piazzale Ungheria per la promozione turistica della città. L’Amat inoltre dovrà fornire al personale del Comune una bici a pedalata assistita per la distribuzione del materiale informativo nei centri.

Il Cit di Mondello d’inverno sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30, mentre d’estate dalle 8.30 alle 20; quello del porto sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 o in occasione delle navi da crociera; a piazza Marina 8.30-13.30 dal lunedì al venerdì; a piazza Bellini dal lunedì al giovedì 8-20, il venerdì 8.30-18.30 e la domenica 9-19; in via Cavour dal lunedì al venerdì 8.30-18.30 e la domenica 9-19. 

"Questo accordo - ha commentato Orlando - conferma che la mobilità è la bandiera di questa città: dai migranti ai mezzi di trasporto. E' inoltre l'effetto del consolidato, visto che i servizi vengono resi in completa sinergia. Tra Comune e Amat non c'è differenza". Soddisfatto anche Cimino, che sul car sharing lavora ad un'intesa con la Regione e le Università siciliane. Quella con la Kore di Enna, per lo spostamento in auto degli studenti pendolari, è in dirittura d'arrivo. "Con la Regione invece - ha concluso l'amministratore unico di Amat - abbiamo in mente di far raggiungere l'aeroporto ai dirigenti che ogni settimana si recano a Roma, da 50 a 70, con le auto del car sharing. Per la Regione sarebbe un risparmio non da poco, per l'Amat la possibilità di nuovi ricavi". 

Amella (M5S): "Sospensione servizio è certificazione della crisi del Comune"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Salvo
    Salvo

    Infatti fanno le multe agli utenti con il biglietto in mano....@!! e quelli senza ricevono soldi x comprarlo hahaha #semuammari hahaha

  • Quindi, ricapitolando, cittadini fatevi multare il più possibile se volete mantenere i servizi nella vostra città!

    • Già, è proprio così, è la dura verità.

  • Le buffonate ad opera del comune non finiscono mai...che gente ridicola,inesperta,ignoranti.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La banda spacca vetrine non perdona: svaligiato negozio Giglio nella notte

  • Sport

    Grande esodo a Roma, il Palermo prova a salvare la B e Arkus paga gli stipendi

  • Cronaca

    Frasi del boss Provenzano in un post, bufera su consigliere comunale agrigentino

  • Cronaca

    C'è il via libera: a Palermo taser a tutte le forze dell'ordine entro l'estate

I più letti della settimana

  • Rissa sfiorata tra Massimo Giletti e il sindaco di Mezzojuso: "Mi mette le mani addosso?"

  • Arrivata la sentenza, Palermo all'inferno: "Ultimo posto e retrocessione in C"

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Il viaggio, il malore e il cuore che si ferma: Cinisi sotto choc per la morte di un'undicenne

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

Torna su
PalermoToday è in caricamento