Musumeci non piace ai siciliani: è ultimo nella classifica di gradimento dei governatori

L'elenco è stato stilato dall'Istituto demoscopico Noto Sondaggi per Il Sole 24 Ore e pubblicato oggi dal quotidiano economico. Sul podio tre governatori della Lega: Luca Zaia, Massimiliano Fedriga e Attilio Fontana. Il Presidente della Regione: "I sondaggi meritano rispetto, anche quando non piacciono"

Il presidente della Regione Nello Musumeci

Nello Musumeci non piace agli elettori siciliani. Il presidente delle Regione è all'ultimo posto della classifica di gradimento dei governatori stilata dall'Istituto demoscopico Noto Sondaggi per Il Sole 24 Ore e pubblicata oggi dal quotidiano economico. La maglia nera è ormai una consuetudine per l'Isola: ai tempi di Rosario Crocetta la situazione era identica. Quest'anno però, con un ranking pari al 32,5 per cento, Musumeci chiude l'elenco in compagnia del presidente delle Marche Luca Ceriscioli.

"Il sondaggio de Il Sole 24 Ore - commenta Musumeci - amareggia ma non mi sorprende. È il frutto di alcune mie scelte, in un certo senso. Sono stato io a decidere sin dalla mia elezione di lavorare in silenzio e investire denaro pubblico senza clamore. Sono stato io a voler rinunciare alla ribalta della politica nazionale  per dedicarmi a tempo pieno alla mia Regione. Ma i siciliani si erano abituati alle promesse annunciate, ai salotti televisivi della domenica, a governatori dalle facili interviste di ogni giorno. E quindi questo nuovo stile istituzionale e sobrio é apparso fuori moda. C'è qualcosa da correggere nella nostra comunicazione? Forse sì, per questo motivo i sondaggi meritano rispetto, anche quando non piacciono. Per noi contano soprattutto i risultati, quelli già arrivati (circa tre miliardi di euro spesi in un anno per opere pubbliche, beni e servizi) e quelli che arriveranno nei prossimi anni. Tenendo sempre un occhio ai sondaggi".

"Basta guardare a quello che ha fatto, o meglio a quello che non ha fatto, per rendersi conto che questa sonora e nettissima bocciatura dei siciliani - dicono i deputati del M5S all’Ars - è ampiamente meritata e che gli elettori hanno solo preso atto dei risultati di questo governo del nulla". "In un anno e mezzo di legislatura - afferma il capogruppo del M5s Francesco Cappello - non è riuscito a cavare un solo ragno dal buco. Delle riforme che aveva annunciato in campagna elettorale non c’è nemmeno l’ombra, e basta guardarsi intorno per rendersene conto. Penso, ad esempio, ai rifiuti, alla viabilità disastrata, alla sanità allo sbando. L’unica cosa per cui questo governo e la maggioranza che lo sostiene sono riusciti a mettersi in evidenza è l’alto numero di indagati, per i quali Musumeci non ha nemmeno proferito parola. A lui chiediamo se è normale che a capo della commissione Bilancio resti, specie nella delicata fase di approvazione del collegato alla Finanziaria, Savona che è indagato per truffa. E prima che a noi deve dirlo ai siciliani”.

A conquistare il podio sono tre governatori della Lega. Al primo posto, con il 62% del gradimento, c'è Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, staccato di 11 punti, sul secondo gradino del podio, troviamo Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia-Giulia. Con il 49,2%, si aggiudica la medaglia di bronzo Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia.

La classifica completa

Per realizzare la classifica per ogni Regione sono stati interpellati mille elettori. Gli è stato chiesto "un giudizio complessivo sull'operato del Presidente della Regione" e se in caso di elezioni regionali "voterebbe a favore o contro l'attuale Presidente della Regione". L'indice di gradimento così ottenuto è stato, poi, posto a confronto con il livello di gradimento del giorno di elezione in modo da proporre per ciascun governatore l'indicazione di tendenza in aumento o in diminuzione. Sorride soltanto la Lega.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Musumeci, almeno per me, aveva già perso quando si alleò con l'attuale presidente dell'ARS, ma come si può?

  • L’ultimo in assoluto sarà e rimarrà Crocetta. Peggio di lui non se ne trovano.

  • Avatar anonimo di Tony x
    Tony x

    Non piace perche' ancora non ha fatto niente x noi.....speriamo che non lo arrestano come gli ultimi 5.

  • È normale a noi siciliani le persone serie e per bene siamo sempre pronti a criticarli

  • ....chi pensa che potesse risolvere tutto e subito ha sbagliato già a votarlo. Il Presidente Musumeci ritengo che sia una persona onesta, perbene e ama la nostra terra ma si trova seduto sullo scranno più scomodo d'Italia. A chi non piace evidentemente piaceva altro, il solito politico mesteriante e procuratore di interessi altrui e di quelli propri. Non vi è ombra di dubbio che ha ereditato una presidenza pachidermica che si muove ancora tra le scomode verità di una enclave societaria staccata da una realtà lontana dalle più semplici regole dell'onestà e del senso civico costituito. La Regione, nel senso giuridico e costituzionale, andrebbe sciolta, eliminando un'autonomia che è servita solo agli interessi di pochi che continuano, suo malgrado, a pretendere e a mantenere i privilegi a discapito dei siciliani. Un errore grosso lo ha fatto, si è alleato con chi rappresenta ancora tutto questo e questo, lo avvinghia nei meandri di accordi sottotraccia che probabilmente offuscano e bloccano ogni buon sentimento e volontà da lui posseduti. Credo che sia prigioniero di brutta gente, di brutti politici, di gente che continua ad amministrare secondo le logiche di partito e di potere colluso. Lui è onesto, di grande spessore politico e capace, lo dico anche se ideologicamente sono all'opposto, ma gli riconosco quanto detto al di la del colore politico e dalla sua provenienza partitica. Mi auguro che riesca a vincere le resistenze e chi questa terra la usa solo per arricchirsi e mantenere lui e le generazioni future con vitalizi e privilegi di casta riconducibili al medioevo. Presidente, sono con Lei, non demorda.

  • Magari avessimo uno di quei tre……..

  • Non mi piacciono i politici che non lavorano bene e imputano le loro colpe a "quelli che c'erano prima"...ma Crocetta ha lasciato davvero le macerie, e Musumeci e il suo governo ci hanno dovuto (e ci dovranno) fare i conti...ciò detto, Musumeci o quelli dopo di lui non possono fare miracoli. Dal punto di vista politico-istituzionale il problema della Sicilia é la autonomia, indipendentemente da chi governa

    • Avatar anonimo di iltafano
      iltafano

      Il problema della Sicilia sono i siciliani.

      • Triste ma vero

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nino Di Matteo rimosso dal pool stragi per colpa di un’intervista

  • Elezioni

    Il giorno delle Europee, urne aperte fino alle 23: Mattarella a Palermo per votare

  • Cronaca

    Rimprovera "sporcaccione" che lancia spazzatura dal finestrino e viene investito

  • Cronaca

    Ladri e scassinatori seriali in centro città: erano l'incubo della notte, arrestati

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Travolto da una moto in via Notarbartolo: il cuore si ferma, salvato da due passanti

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • "Paga o ti faccio chiudere il cantiere": ma lui si ribella e fa arrestare uno dei Graviano

Torna su
PalermoToday è in caricamento