Cgil incontra Toninelli coi lavoratori Cmc e Tecnis: "Ferme due opere strategiche per Palermo"

Il destino dell'Anello Fs e della Bolognetta-Lercara al centro del faccia a faccia tra il sindacato e il ministro delle Infrastrutture. Ceraulo (Fillea): "Se ripartono i cantieri riparte l'occupazione. Operai aspettano segnale concreto"

Il cantiere dell'Anello ferroviario

C'era anche un presidio della Fillea Cgil Palermo, con i lavoratori di due grandi opere infrastrutturali, la Bolognetta-Lercara e l'anello ferroviario, ad attendere oggi il ministro Danilo Toninelli, in visita oggi tra Palermo e Trapani per verificare la situazione delle strade. L'incontro, al quale hanno partecipato autorità locali e sindaci del comprensorio, si è svolto lungo la strada statale San Cipirello-Partinico.

La Fillea, oltre a rilanciare il tema delle due importanti infrastrutture di Cmc e Tecnis entrambe ferme, ha sollecitato al ministro delle Infrastrutture un intervento sulle strade provinciali, in particolare sulla Corleone-San Cipirrello, chiusa da 7 anni, e la San Cipirello-Partinico, con il manto stradale in condizioni alterate e precarie, con  dossi ogni trecento-quattrocento metri".

Malgrado le misure introdotte dal governo  decreto sblocca cantieri, da noi non condiviso, i due cantieri di Cmc e Tecnis, opere per noi strategiche per la viabilità della provincia di Palermo, sono e rimangono fermi - è la preoccupazione sollevata dal segretario generale Fillea Cgil Piero Ceraulo durante il faccia a faccia col ministro -. Abbiamo chiesto a Toninelli un intervento concreto perché non sono arrivate ancora le risposte che i lavoratori si aspettano. Toninelli, che è alla sua quarta visita lungo le strade siciliane dissestate,  ha ben chiara la situazione delle nostre infrastrutture e ha chiesto che anche il governo regionale si faccia parte attiva. Il ministro  auspica che il confronto già portato avanti  con la Regione in questi mesi possa portare a  risultati concreti”. 

"Serve un piano strategico delle infrastrutture a Palermo e in Sicilia - conclude Ceraulo - Abbiamo inoltre detto al ministro che se ripartono i cantieri riparte l'occupazione a Palermo per centinaia di lavoratori. E' paradossale quindi che cantieri con finanziamenti già assegnati, partiti da anni, ancora non riescono a giungere a conclusione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

Torna su
PalermoToday è in caricamento