Borgo, via ai lavori per il centro comunale di raccolta: in via Archimede scatta il divieto di sosta

L'area temporanea di raccolta dei rifiuti, grande 570 metri quadri, sorgerà in piazza della Pace. Sarà la Rap a posizionare gli elementi amovibili dove sarà possibile conferire carta e cartone, plastica, metalli, vetro, vestiti, oli, medicinali e batterie

Piazza della Pace, l'area dove sorgerà il Ccr

Al via i lavori per realizzare il centro comunale di raccolta temporaneo in piazza della Pace, al Borgo Vecchio. L’area è stata liberata dalle auto e, in attesa dell’installazione delle barriere di recinzione che delimiteranno l’isola, da questa mattina nella limitrofa via Archimede è scattato il divieto di sosta che resterà in vigore fino alle 20 di domani. 

L'area di raccolta dei rifiuti è stata instituita con un provvidimento d'urgenza dal sindaco Leoluca Orlando circa un mese fa al fine di incrementare la differenziata e correre ai ripari in vista della chiusura, causa lavori alla sesta vasca, di Bellolampo. Sarà la Rap a posizionare nella zona, grande 570 metri quadri, gli elementi amovibili. Come prescrive l'ordinanza del primo cittadino, le opere dovranno "garantire un alto livello di tutela dell’ambiente, nonché adottare sistemi di deposito e stoccaggio tali da non determinare dispersione di inquinanti in nessuna delle matrici ambientali". Nel Ccr potranno essere conferite frazioni di rifiuti non pericolosi: toner per stampanti esauriti, carta e cartone, plastica, metalli, materiali misti (plastica e metalli), vetro, abbigliamento, oli e grassi commestibili, medicinali, batterie e accumulatori, apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, legno, ingombranti e rifiuti biodegradabili di cucine e mense. Altre tipologie di rifiuti potranno aggiungersi in successivi step.

Bellolampo verso lo stop, ordinanza del sindaco: al Borgo un Ccr

"Finalmente questa amministrazione, dopo sette anni, ha deciso di compiere - commenta il consigliere comunale del M5S Antonino Randazzo - un primo passo dopo pressioni da parte del nostro gruppo (ricordo un esposto alla corte dei conti per cattiva gestione della raccolta differenziata), un passo però che porterà pochi risultati se non accompagnato da altre misure fondamentali come l'istituzione degli ispettori ambientali, l'utilizzo di un sistema di videosorveglianza petr colpire gli incivili (più volte abbiamo chiesto l'installazione di fototrappole in siti dove insistono discariche croniche con mozioni in circoscrizione approvate ma il Comune è rimasto inerte) e il completamento del porta a porta 2". Intanto c'è la sfida Borgo vecchio da affrontare: nel quartiere al momento la differenziata è stata un fiasco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • L'incidente di Bonagia, lacrime a "Dallas": morto diciottenne

  • E' subito folla alla Vucciria, Taverna Azzurra quasi come in periodo "pre-Covid"

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento