Centro direzionale Regione, Caronia: "Servono le opportune verifiche"

La deputata e consigliera comunale della Lega mette un freno sulla costruzione di un unico mega palazzo che dovrebbe ospitare gli uffici di tutti e dodici gli assessorati, oggi sparsi in più punti della città

Il rendering del Centro direzionale della Regione

Un unico mega palazzo che dovrebbe ospitare gli uffici di tutti e dodici gli assessorati, oggi sparsi in più punti della città. E quello che dovrebbe essere il Centro direzionale regionale a Palermo. Dall'Ars nei mesi scorsi è arrivato l'ok. Ma Marianna Caronia, deputata e consigliera comunale della Lega, adesso mette un freno: "Quello che dovrebbe essere un unico polo destinato ad ospitare ogni giorno oltre 4.500 dipendenti e tutti gli uffici della Regione - dice - non può essere considerato come una normale opera urbanistica. La realizzazione di un'opera il cui costo è stimato fra 400 e 500 milioni di euro e destinata ad stravolgere l'aspetto, l'organizzazione e la vita di un'ampia area della città non può essere trattata come se stessimo parlando di un normale piano costruttivo. Il Consiglio Comunale di Palermo deve poter svolgere in pieno il proprio ruolo di programmazione, soprattutto per un intervento di questo tipo. Il Governo Regionale non può costringere a corse contro il tempo, che notoriamente non portano mai a buone decisioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Calcio palermitano in lutto, è morto Carmelo Bongiorno

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento