"Si crei una casa museo dedicata a Ernesto Basile", la proposta di DiventeràBellissima

Il disegno di legge presentato dal gruppo prevede anche la nascita di una biblioteca, iniziative e attività culturali, premi e borse di studio, scambi e prestiti con altri musei in Italia e nel mondo

L'istituzione di una casa museo dedicata a Ernesto Basile, insieme al padre Giovan Battista Filippo “precursore di quell'Art Nouveau siciliana che diventò uno dei più importanti stili architettonici e culturali nel mondo”. È quanto prevede un disegno di legge presentato dal gruppo di DiventeràBellissima all'Ars, suggerendo come sede “Villino Ida”, residenza dei Basile a Palermo e di proprietà della Regione Siciliana. La struttura attualmente è occupata dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali e necessita di lavori di restauro.

“Ernesto Basile è da ritenersi il più grande architetto liberty d’Italia, propugnatore dell'Art Nouveau siciliana, anticipando di oltre un secolo la figura del moderno designer - si legge nel ddl firmato da Alessandro Aricò, Giusy Savarino, Giorgio Assenza, Pino Galluzzo e Giuseppe Zitelli - . Oggi, a 86 anni dalla sua scomparsa, diventa quasi imprescindibile per la Regione Siciliana dare il proprio contributo per tramandare ai posteri la figura di Ernesto Basile e questo grazie alla collaborazione degli eredi, i quali hanno messo a disposizione della Regione gli oltre 8 mila pezzi che compongono l'eredità, molti dei quali unici al mondo e di inestimabile valore”.

Tra gli obiettivi della Casa Museo, appunto, c'è quello di raccogliere, conservare, catalogare ed esporre tutto il materiale inerente la vita e le opere di Ernesto Basile. Previsti pure una biblioteca, iniziative ed attività culturali, premi e borse di studio, scambi e prestiti con altri musei in Italia e nel mondo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Trovo interessante l'idea, questa città o onori i suoi illustri perché è giusto che sia così. Il Basile rappresenta un'eccellenza nel panorama architettonico di un'epoca tanta rivoluzionaria. Certamente in passato forse è stato vilipeso dal sacco di Palermo, distruggendo ville e palazzi che altri avrebbero custodito sotto campane di vetro per la loro bellezza e unicità nel.loro genere.

  • Gran bella idea.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il racconto di un palermitano: "Ero con Fabrizio Corona, ecco come ci hanno aggredito nel bosco della droga"

  • Cronaca

    Neonata trovata morta nella culla, lacrime e disperazione alla Guadagna

  • Cronaca

    "Aiutatemi, ha ingerito qualcosa da terra" ma è hashish: bimba di 3 anni ricoverata

  • Mafia

    Pizzo, "legnate" agli incorruttibili e mazzette: così i boss gestivano l'ippodromo

I più letti della settimana

  • "Le chiamate arancine? Non vendetele", Antica Focacceria stoppata a Catania

  • Incidente a Verona, con la moto contro un Suv: muore palermitano di 23 anni

  • "Ma qua volete stare gratis? Smontate tutto": quando la mafia fa chiudere i ristoranti

  • Una mattinata di ordinaria follia: ruba auto a una donna, poi fugge e si schianta alla Noce

  • Si ribella al pizzo, filma il suo estorsore con una telecamera nascosta e lo fa arrestare

  • "Lo dobbiamo 'struppiare' al palermitano? Ci tiriamo 4 'scopettate' nella macchina..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento