Cantieri di servizi: progetti per altri 160 disoccupati, ma il Comune non spenderà tutti i soldi

Il personale selezionato sarà impegnato 80 ore alla settimana per tre mesi: svolgerà attività di assistente custode, assistente giardiniere, assistente manutentore ed educatore ambientale. Salgono a 2 i milioni spesi, la Regione però aveva stanziato 4 milioni

La Giunta comunale approva otto nuovi progetti per i cantieri di servizi finanziati dalla Regione, 160 disoccupati in più potranno lavorare per tre mesi. Il personale selezionato svolgerà attività di assistente custode, assistente giardiniere, assistente manutentore ed educatore ambientale, in affiancamento ai dipendenti dell’amministrazione comunale. Con una spesa di mezzo milione di euro sarà possibile, tra le altre cose, potenziare la differenziata nei mercatini rionali, nei mercati all'ingrosso (ittico e ortofrutticolo), la custodia, la pulizia e la cura del verde delle ville della città. 

La graduatoria dei progetti e gli ammessi

In totale salgono a 525 le persone coinvolte, che rientrano nella graduatoria dei 3.772 dichiarati idonei: saranno impegnati 80 ore alla settimana per tre mesi, a fronte di un corrispettivo che varia da 453 a 1.494 euro mensili. "Tali importi - si legge in una nota del Comune - sono stabiliti sulla base di parametri fissati dalla Regione, che tengono conto dell’Isee, della composizione del nucleo familiare e della eventuale presenza di familiari con disabilità". A novembre l'amministrazione aveva presentato progetti per 1,3 milioni di euro, che prevedevano l'impiego di 365 persone nel settore Verde. Pochi a dire il vero, visto la dotazione messa a disposizione dalla Regione arriva a 4 milioni.

Con i nuovi otto progetti, da 20 persone l’uno, verranno spesi ulteriori 500 mila euro. Ciò significa che il Comune perderà circa 2 milioni di euro.  "Di fronte alla disponibilità manifestata dalla Regione e di fronte ad una città che certamente avrebbe gran bisogno di interventi di manutenzione e decoro - dichiara la consigliera comunale Marianna Caronia - la Giunta non è riuscita a produrre che ben pochi progetti. Con una graduatoria che ha oltre 3.700 ammessi, la Giunta offre posti per meno di 550 persone. Anche dopo le lamentele seguite alla prima delibera si è riusciti a creare soltanto altri 160 posti: la montagna ha partorito il topolino!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Calcio palermitano in lutto, è morto Carmelo Bongiorno

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento