Blutec, Aiello (M5S): "Arresti svelano il perchè dei ritardi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"In questi mesi siamo sempre stati al fianco dei lavoratori della Blutec di Termini Imerese. L'obiettivo del Governo, fin dall'inizio, è stato quello di prorogare la cassa integrazione per il 2019 e dare tempo all'azienda di rilanciarsi con un nuovo piano industriale per salvaguardare tutti i lavoratori. Purtroppo oggi capiamo il perchè dei tanti ritardi e dei mancati investimenti da parte dell'azienda: l'arresto dei vertici conferma tutte le perplessit di questi mesi. Per questo la decisione del ministro Di Maio di contattare l'amministratore giudiziario per salvaguardare tutti i livelli occupazionali rappresenta il primo e fondamentale passaggio per tutelare i lavoratori, le vere vittime di questa storia, che questo Governo non abbandonerà". Così in una nota Davide Aiello, portavoce del Movimento 5 Stelle in commissione Lavoro alla Camera, impegnato da mesi sulla questione Blutec di Termini Imerese.

Torna su
PalermoToday è in caricamento