Battiato accusa: “Casse a secco, al Turismo hanno rubato tutto”

L'artista ha annunciato la chiusura di CineSicilia, la società pubblica controllata dalla Regione. "La Cravatta? Regola stupida, poteva dirmelo in privato. Assenteista? Io posso fare l'assessore anche dal letto"

Franco Battiato e Rosario Crocetta

Basta sprechi nel settore Turismo delle Regione. “I Grandi Eventi? Il circuito del mito? Cancellati”, parola di Franco Battiato assessore al Turismo del governo di Rosario Crocetta.

E se sui Grandi Eventi e sul Circuito del Mito sta indagando la magistratura, Battiato annuncia che la società pubblica CineSicilia, controllata dalla Regione, sarà liquidata. L’artista e il dirigente del dipartimento turismo Alessandro Rais hanno inviato stamattina al Governatore e all'assessore all'Economia, Luca Bianchi, i documenti per l'avvio delle procedure di liquidazione della società.

"Non c'è un euro, non si può lavorare. Il presidente Crocetta – ha detto Battiato - deve trovare fondi europei. Nelle casse dell'assessorato al Turismo non c'è un euro, hanno rubato tutto. Ho trovato tante porcherie, come quella di quel l'imprenditore che non ha versato alla Regione i proventi della vendita dei biglietti per i siti culturali.

Su una possibile rotazione del personale anche al Turismo, Battiato si dice favorevole. “Perché no?”, risponde a chi gli pome la domanda. "Ho devoluto – aggiunge - il mio primo stipendio a una società in difficoltà, è stato bellissimo. Quale? Sarà tutto in rete tra un po', stanno facendo i conti, non prendo lo stipendio di assessore ma non vorrei pagarci le tasse.

Infine una polemica con il presidente dell’assemblea Ardizzone. "Se quel signore fosse stato educato mi avrebbe chiesto delle cravatta in privato. Io non lo sapevo che era obbligatorio indossarla. Comunque è una regola ridicola. Io assessore assente? Di che cosa parliamo? Io faccio un altro lavoro, è chiaro? Quando il presidente mi contattò gli dissi che avevo già dei contratti firmati per il mio tour. E poi porto la mia terra a Parigi, ad Amburgo, a Bruxelles. Non sono un burocrate – conclude - devo fare un programma culturale per la Sicilia. Quindi lo posso fare anche dal letto: chiaro?”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

  • Incidente nella notte ad Altofonte, scontro frontale tra auto: morto 31enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento