Battiato: "Mi cacciarono perchè parlai di puttane in Parlamento, ma avevo ragione"

Il cantautore fu travolto dalle critiche dopo aver parlato di "troie che si trovano in Parlamento", frase che gli costò la poltrona di assessore al Turismo. "Ma il tempo è galantuomo". Crocetta? "Non ci parliamo da mesi"

Il Maestro Franco Battiato

“Questo Paese è una barzelletta, Il tempo è stato galantuomo, ma sei onesto e dici la verità non c’è smentita possibile". Così Franco Battiato ha commentato in un'intervista rilasciata al Fatto Quotidiano lo scandalo grandi eventi ed escort che ha travolto la politica siciliana. Battiato, per pochi mesi assessore al Turismo della Regione, fu silurato dopo la frase, rivolta alla politica, "queste troie che si trovano in Parlamento farebbero qualsiasi cosa". "Mi hanno accusato di misogìnia, ma l’hanno fatto in evidente malafede. Io non ce l’ho con le prostitute. Non riconosco proprio il genere come categoria. Qui il fatto grave e inaccettabile è che le escort vanno in Parlamento, diventano politici e usano i soldi con cui paghiamo le tasse. Ma ripeto, le ragazze non hanno colpe. I frustrati che le vendono al mercato, invece sì". E aggiunge: "A Bruxelles parlai anche di Lusi. Non c’è uno che l’abbia scritto. Tutti a sparare sul dito, mentre indicavo la luna. Domina l’ipocrisia. Non sarebbe più facile dichiarare che la tassa occulta per le escort è una specie di Imu aggiuntiva?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intervista prosegue sui temi di attualità politica per concludersi con la sua esperienza, seppur breve, di assessore. Alla domanda se lo rifarebbe, Battiato risponde: "Non lo volevo fare neanche prima. Dissi 'vengo a patto che non debba dialogare con i politici e possa confrontarmi con le intelligenze'. Crocetta insistette. È finita come è finita. Diciamo che lui non era il rivoluzionario che mi aspettavo e io ero quello che sono sempre stato". E sui rapporti con il Governatore, rivela: "Lui continua a dire con un certo coraggio a chiunque, alle Iene l’ultima volta, 10 giorni fa, che i nostri rapporti sono splendidi e ci sentiamo spessissimo. Non ci parliamo da mesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento