Provincia, Avanti annuncia l'azzeramento della giunta

Il presidente prepara il rilancio dell'azione di governo in vista dell'ultimo anno della sua prima consiliatura: "Positiva la prima fase, ma adesso serve il dialogo con tutti i moderati per pianificare il futuro"

Giovanni Avanti

Il presidente della Provincia, Giovanni Avanti, annuncia l’azzeramento della Giunta provinciale e prepara il rilancio dell’azione di governo in vista dell’ultimo anno della sua prima consiliatura. La notizia arriva tramite un comunicato stampa da Palazzo Comitini. "E’ doveroso, per prima cosa - sottolinea Avanti - riconoscere i meriti delle forze politiche che hanno sostenuto in questi primi quattro anni il governo della Provincia. Credo che mai una Giunta abbia trovato così tante difficoltà politiche e finanziarie determinate dalla crisi economica che ha colpito e continua a colpire il nostro Paese e dal progressivo sgretolamento della coalizione che ha sostenuto la mia elezione. Sempre minori sono state le risorse trasferite da Stato e Regione, un fattore che ha causato la necessità di rivedere le priorità di intervento sul territorio".

"Nonostante ciò i risultati che sono stati raggiunti nei principali assi d’intervento – mi riferisco alla viabilità e alla pubblica istruzione - sono davanti agli occhi di tutti. Così come costante - continua il presidente della Provincia - è stato il sostegno all’economia del territorio attraverso sinergie puntuali con il mondo produttivo e la valorizzazione del settore culturale che ha dato una nuova identità alla provincia e linfa vitale all’indotto. La Provincia in questi anni è stato punto di riferimento istituzionale anche al di là delle sue specifiche competenze e ha saputo progettare azioni efficaci per il governo dell’area vasta. Oggi, tuttavia,  si manifesta l’esigenza di uno sprint finale che dovrà caratterizzare l’ultimo anno della nostra Giunta. Si è esaurita una fase con un bilancio più che positivo, se ne deve aprire un’altra che dovrà vedere coinvolte le forze politiche moderate - anche al di fuori degli steccati dell’attuale maggioranza - che intendono tracciare le linee guida per la Provincia del prossimo futuro".

"Steccati che non hanno più ragione d’esistere se si vuole pensare ad un’azione congiunta tra i partiti che in maniera omogenea intendono farsi carico della responsabilità di governo. Bisognerà sedersi nuovamente ad un tavolo per cogliere questa opportunità, sapere fare riferimento ad ogni energia per scrivere il prologo di una nuova storia che trova la sua trama proprio nei quattro anni appena trascorsi. Credo sia opportuno che - conclude Avanti - attraverso il giusto dialogo che c’è sempre stato tra le forze politiche, si trovi una sintesi per pianificare questi prossimi dodici mesi di attività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento