Ultimatum di Musumeci all'Anas: "Basta cantieri infiniti sulla Palermo-Catania"

Il presidente della Regione ha inviato una lettera all'amministratore delegato Massimo Simonini: "Diventa sempre più insostenibile poter giustificare questi continui disservizi". Senza un cambio di passo, Palazzo d'Orleans si rivolgerà al ministero

Foto tratta dal sito della Regione

File chilometriche per cantieri aperti e mai chiusi rendono il transito sull'autostrada Palermo-Catania un'Odissea. A denunciare i disagi non è un privato cittadino, ma il presidente della Regione Nello Musumeci, che ha inviato una lettera di protesta diretta all'amministratore delegato dell'Anas Massimo Simonini.

"Purtroppo - scrive il governatore - ancora oggi, continuano a pervenire a questa Presidenza continue lamentele per i disagi che gli automobilisti siciliani sono costretti a subire quotidianamente sull'autostrada Catania-Palermo. File chilometriche per i numerosi cantieri dell'Anas, almeno 15, aperti sull'importante arteria viaria che collega le due città più grandi dell'Isola. In alcuni casi - prosegue - lavori che si sarebbero dovuti concludere già a ottobre, vedi interventi sul viadotto Morello, sono al momento in corso. Malgrado le nostre ripetute richieste, infatti, l'Anas non ha ancora proceduto con l'avvio delle manutenzioni in orari serali e notturni, quando c'è un volume di traffico meno intenso e quindi con un minor impatto sull'utenza. Concorderà con me che diventa sempre più insostenibile poter giustificare questi continui disservizi e pertanto reiteriamo la richiesta di una maggiore collaborazione e una condotta da parte della sua azienda improntata a maggiore efficienza e senso di responsabilità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Musumeci si dice pronto ad azioni più concrete: "Nel caso non si dovesse rimediare in tempi celeri - conclude - il governo della Regione si vedrà costretto ad avanzare formale contestazione al dicastero competente, con dovizia di ogni elemento di inosservanza contrattuale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento