Rifiuti, M5S protesta contro aumento Tari: "Vi spieghiamo come chiedere il rimborso della tassa"

I pentastellati chiamano a raccolta i cittadini nei banchetti informativi di via Eugenio L'Emiro, via Santuario Cruillas e al Forum. "No" alla proposta portata dalla Giunta in Consiglio: "Le carenze del servizio sono sotto gli occhi di tutti, daremo battaglia ad Orlando"

La protesta degli attivisti del M5S

Il Movimento 5 Stelle si mobilita contro l'aumento della Tari che la Giunta ha portato in Consiglio comunale per l'approvazione. Aumento che, è bene ricordarlo, se la delibera dovesse essere approvata da Sala delle Lapidi, riguarderebbe i contribuenti che hanno dichiarato meno metri quadrati di quelli in cui abitano o lavorano. 

I pentastellati si schierano contro la proposta che dovrebbe far salire il gettito della Tari destinato alla Rap (in sofferenza economico-finanziaria) da 122 a 128 milioni di euro annui. Lo fanno con una serie di banchetti informativi, già programmati oggi in città per parlare del Reddito di Cittadinanza, dalle 10 alle 13 in via Eugenio L’Emiro e via Santuario Cruillas, e dalle 16 alle 19 in via Pecoraino (al Forum). "Per l'occasione - si legge in una nota del M5S - saranno mostrati ai cittadini dei cartelli di protesta contro l’aumento della Tari voluta dalla Giunta Orlando e sarà spiegato come richiedere il rimborso della tassa. I cartelli saranno mostrati anche a Palazzo delle Aquile nel pomeriggio.

"L’amministrazione comunale ha annunciato l’aumento della Tari, la tassa per l’immondizia. La notizia ha dell’incredibile perché, considerando le carenze di questo servizio, che sono da tempo sotto gli occhi di tutti i cittadini palermitani, dovrebbero essere gli stessi cittadini a chiedere al Comune di restituire una parte della Tari pagata!". E' quanto affermano i parlamentari nazionali di Palermo del Movimento 5 Stelle, Roberta Alaimo, Steni Di Piazza, Valentina D’Orso, Aldo Penna, Giorgio Trizzino e Adriano Varrica, insieme al gruppo consiliare cinquestelle al Comune.

"Ma Palermo è così - aggiungono i cinquestelle - da quasi un anno, da quando la 'presunta' raccolta differenziata dei rifiuti è stata estesa a diverse zone della città dove prima l’immondizia veniva raccolta con i metodi tradizionali per essere trasferita nella discarica di Bellolampo, tantissime vie della città sono ridotte a discariche a cielo aperto. Ma Palermo non è Roma: non c’è la sindaca grillina Virginia Raggi da attaccare. C’è, semmai, il sindaco Leoluca Orlando del Pd".

"In tutto questo - conclude il gruppo di parlamentari e consiglieri comunali - le autorità considerano normale quello che succede. Ora, il Pd, che amministra il Comune, annuncia l’aumento della Tari. A questo annuncio il Movimento 5 Stelle risponderà con manifestazioni pubbliche nelle quali i cittadini palermitani saranno invitati a rivolgersi alla giustizia per riavere indietro una parte della Tari pagata. Su questo tema daremo battaglia".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Miglior street food di Palermo, arriva Alessandro Borghese con i suoi "4 Ristoranti"

  • Incidente a Belmonte, Bmw finisce fuori strada e prende fuoco: morti due ragazzi

  • Morte di Giuni Russo, le rivelazioni di Donatella Rettore in tv e la polemica: "Non dice la verità"

  • Via Maqueda, colpito alla testa mentre passeggia: grave 33enne

  • Rovigo, palermitano strangola e uccide la moglie di 23 anni

  • Mafia, sequestrato tesoro del boss Salerno: ci sono anche tabaccheria e focacceria

Torna su
PalermoToday è in caricamento