Via alle assunzioni nelle Partecipate: piano per 320 lavoratori

Si tratta del fabbisogno di personale per i prossimi tre anni messo nero su bianco dalle società Amat e Rap - ma anche Amap e Amg - e approvato con una delibera dalla Giunta Orlando. Diversi i profili previsti, ecco quali

Un piano per assumere 320 lavoratori e far ripartire le aziende comunali. E' il fabbisogno di personale per i prossimi tre anni messo nero su bianco dalle società partecipate - Amat e Rap su tutte, ma anche Amap e Amg - e approvato con una delibera dalla Giunta Orlando. L'unico concorso bandito al momento è quello dell'Amat, che conta a immettere in organico 100 autisti. Il resto del personale verrà reclutato con la mobilità interna tra aziende.

"Il piano delle assunzioni e degli adeguamenti contrattuali delle partecipate – dichiara il sindaco Leoluca Orlando - è il punto di arrivo di un lungo percorso, cominciato sette anni fa con il salvataggio dei lavoratori e dei  servizi allora gestiti da Amia e da Gesip e proseguito con l'adozione degli strumenti finanziari consolidati che hanno fatto chiarezza sullo stato di salute del sistema Comune-Partecipate nel suo complesso. Un percorso che, nonostante in questi anni le aziende siano state ingessate da norme nazionali sulle assunzioni troppo rigide e unicamente mirate al contenimento della spesa, permette ora di guardare al futuro, sempre con attenzione alla sostenibilità finanziaria del sistema nel suo complesso, al riconoscimento di diritti, doveri e professionalità dei lavoratori, al miglioramento dei servizi per i cittadini. Sono gli stessi principi applicati fino ad ora e che saranno applicati nei prossimi mesi al percorso di stabilizzazione dei lavoratori del Comune e, anche per l'Amministrazione, per le nuove assunzioni"

Ecco nel dettaglio, i piani per del fabbisogno di personale per l'anno 2019, di Amap, Amat, Amg e Rap. "La Reset non ha fornito il piano di fabbisogno del personale anno 2019/2021 - dicono dal Comune - mentre Sispi non ha i requisiti assunzionali previsti dalla vigente normativa in quanto non raggiunge i valori che consentano operazioni di turn over".   

Amap

Fabbisogno personale: 20 unità:
3 Dirigenti Tecnici, Responsabili di Servizi
4 Quadri Tecnici, Responsabili di Unità
3 Quadri Amministrativi, Responsabili di Unità
5 Funzionari direttivi tecnici
4 Funzionari Direttivi-Amministrativi
1 Funzionario Tecnico-Amministrativo
Capacità assunzionale: € 4.483.960,00

Previsioni di spesa: 3.900.310,00

Assunzioni: € 3.700.310,00

Progressioni: € 200.000,00

Adeguamenti contrattuali: ZERO

Risparmio: € 583.650,00


A.M.A.T. Palermo S.p.A.

Fabbisogno personale:121 unità  
100 autisti
1 Direttore generale
1 Dirigente dell’Esercizio Ferro (Tram)
1 Avvocato
1 Capo unità organizzativa Direzione Economico-Finanziaria
1 Capo unità organizzativa Ingegneria Informatica
1 Perito informatico
1 Addetto social media
3 Capi Unità Tecnica (Ingegneri di Meccatronica)
10 Operatori di Manutenzione (officina)
1 redattore di 1^ nomina del CCNL Giornalisti

Inoltre, 14 dipendenti in mobilità verticale per le necessità di sicurezza degli impianti e dell'esercizio su gomma e su ferro.

Capacità assunzionale: € 4.611.184,00

Previsioni di spesa: € 4.181.053,78

Assunzioni: € 4.158.326,32

Progressioni: € 22.727,946

Adeguamenti contrattuali: ZERO

Risparmio: € 430.130,22

A.M.G. Energia S.p.A.

Fabbisogno personale: 27 unità  
1 figura Livello 2 per la Direzione generale
1 figura Livello 4 per la Direzione generale
5 figure Livello 2 per la Direzione gestione Reti Gas
7 figure Livello 4 per la Direzione gestione Reti Gas
6 figure Livello 2 per la Direzione Pubblica Illuminazione ed Energia
3 figure Livello 3 per la Direzione Pubblica Illuminazione ed Energia
2 figure Livello 4 per la Direzione Pubblica Illuminazione ed Energia
2 figure Livello 2 per la Direzione Patrimonio e Logistica

Capacità assunzionale: € 1.184.666,00

Previsioni di spesa: € 947.732,80

Assunzioni:  € 939.000,00

Progressioni: ZERO

Adeguamenti contrattuali: € 236.933,20

Risparmio: € 8.732,80

R.A.P. (Risorse Ambiente Palermo) S.p.A.  

Fabbisogno personale: 154 unità
2 Dirigenti tecnici
77 addetti raccolta differenziata  
30 addetti spazzamento meccanizzato
12 addetti svuotamento cestini
33 addetti raccolta indifferenziata  

Capacità assunzionale: € 6.135.459,00

Previsioni di spesa: € 4.851.082,00

Assunzioni: € 4.851.082,00

Adeguamenti contrattuali: ZERO

Risparmio: € 1.284.377,00

 Tutte le società sopra menzionate hanno rispettato il limite del 100% della capacità assunzionale, il limite del 20% della spesa del turn over per progressioni verticali/adeguamenti contrattuali, nonché l'obbligo della riduzione complessiva delle spese del personale.

Le reazioni

"Il sistema delle società partecipate del Comune - dice Toni Sala, capogruppo Palermo 2022 - ha bisogno di una complessiva riorganizzazione, che passa soprattutto da una razionalizzazione delle spese e delle risorse umane. Lo sblocco delle procedure di mobilità fra aziende permetterà di sopperire alle esigenze delle singole società, Amat e Rap in primis, e di alleggerire i costi di Reset con un'operazione complessiva da cui trarranno benefici i lavoratori ma anche tutti i cittadini. Completata questa fase, bisognerà però aprire ai concorsi pubblici: troppi giovani attendono di avere una possibilità in casa propria, prima di abbandonare la Sicilia per cercare fortuna altrove".

Anche Gianluca Colombino, segretario provinciale Cisal Palermo, e Giuseppe Badagliacca, segretario provinciale Fiadel Cisal, hanno commentato l’approvazione della delibera della giunta comunale che ha dato il via libera ai piani triennali (2019-2021) del fabbisogno delle società partecipate: “I palermitani meritano servizi efficienti e società partecipate in grado di funzionare: la delibera della giunta Orlando che sblocca la mobilità fra le aziende consentirà non solo di avere più autobus in strada e una città più pulita, ma anche di rispondere alle legittime richieste del personale Reset”. “Si tratta di un processo atteso da anni – dicono Colombino e Badagliacca - Siamo soddisfatti soprattutto della precedenza accordata alla mobilità tra società che lenisce le problematiche della Reset, così come chiedevamo da tempo: si tratta in questo caso di personale in sofferenza e con salari bassissimi a cui va data l'opportunità di uno stipendio non umiliante, nell'ambito di una società che ad oggi non rispetta il contratto. Rap ha bisogno di forze fresche che consentano di migliorare i servizi, così come Amat di autisti per garantire le corse di autobus e tram”.

La delibera consentirà alle aziende di colmare i vuoti in organico con la mobilità e, in seconda istanza, con i concorsi pubblici: Amap effettuerà 20 assunzioni, Amat 121 (100 autisti), Amg 27 e Rap 152. Diversi i profili previsti. “L'obiettivo di tutti deve essere quello di offrire servizi efficienti alla città razionalizzando la spesa in un momento difficile come questo – concludono i sindacalisti - Auspichiamo che l’incontro con l’amministrazione comunale, fissato per sabato 9 novembre, consenta di approfondire l’intero progetto”.

Sulla vicenda sono intervenuti anche il segretario generale di Cgil Palermo Enzo Campo, il segretario generale Cisl Palermo Trapani, Leonardo La Piana e il coordinatore territoriale Uil Palermo Gianni Borrelli: “Apprendiamo dell’annuncio delle assunzioni e della priorità attribuita alla mobilità per colmare i vuoti in organico delle aziende partecipate, come Cgil Cisl Uil lo chiediamo da anni, bene, ma contestualmente così come ci ha garantito il sindaco Orlando, vorremmo approfondire nel dettaglio i report aziendali per conoscere bene lo stato dei conti di ogni società. Bisogna tutelare il futuro dei dipendenti, la tenuta dei conti e avviare su basi finanziarie solide,  un piano di reclutamento”. Da tempo i tre sindacati confederali chiedono "la revisione dei contratti di servizio, la tenuta dei conti e l’equilibrio finanziario come primi passi, la riorganizzazione del personale, il reclutamento di nuovo personale per svecchiare gli organici e la mobilità di personale tra le aziende adeguata alle necessità delle singole partecipate e alla tipologia dei servizi". "Serve chiarezza - dicono - gli annunci che possono creare speranze e aspettative, devono essere basati su concretezza e fattibilità,  per questo sabato prossimo 9 novembre alla riunione programmata tra il sindaco e Cgil Cisl e Uil Palermo allargata anche al management delle aziende e a tutti gli assessori comunali  con deleghe collegate, pretenderemo dall’amministrazione comunale un riscontro puntale ed oggettivo su tutto lo stato delle aziende perché per ognuna di esse, ci sono lavoratori, con le loro famiglie che hanno diritto di  conoscere quali sono realmente le condizioni di ogni società per non ritrovarsi in situazioni critiche nel futuro, e le attese dei cittadini che hanno diritto di avere servizi efficienti e funzionali alle loro esigenze", concludono i tre segretari di Cgil Cisl Uil.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento