La Sicilia riscopre la sua parte spagnola, Miccichè riceve il duca di Siviglia

Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana ha accolto a Palazzo Reale Don Francisco de Borbón, V duca di Siviglia e cugino del re Juan Carlos I

Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, ha ricevuto, a Palazzo Reale, Don Francisco de Borbón, V duca di Siviglia e cugino del re Juan Carlos I. Il duca di Siviglia si trova in Sicilia quale gran maestro emerito dell'ordine militare e ospedaliero di San Lazzaro di Gerusalemme. Ordine che verrà ufficialmente istituito a Monreale, nella chiesa del Sacro Cuore. Il presidente Miccichè ha ricevuto in Torre Pisana il duca, accompagnato dal gran cancelliere dell’ordine, Marnie A. Gilluly, dal marito C.W. Gilluly, gran maresciallo e da Francesco Paolo Tronca, cancelliere dell’ordine in Sicilia. Gran Balì, invece, è Pino Zingale.

Miccichè ha mostrato loro gli arazzi e i mosaici della Torre edificata sotto Ruggero II d’Altavilla e utilizzata come sala del trono dai sovrani normanni e svevi. "Abbiamo grandi affinità culturali e umane con gli spagnoli – ha detto il presidente Miccichè -. E non c’è dubbio che siano un popolo simpatico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento