Ars, la Finanziaria arriva in aula: via il bollo per le auto elettriche

Iniziato l'esame del testo. L'opposizione parla di "manovra disastrosa, lacrime e sangue e senza alcuna prospettiva per il futuro". Via libera alla norma che prevede l'esenzione del bollo auto per i veicoli elettrici di nuova immatricolazione

Palazzo dei Normanni - sede dell'Ars

E' iniziata una settimana decisiva all'Assemblea regionale siciliana per la Finanziaria. Il testo è arrivato in aula tra le proteste delle opposizioni che parlano di "manovra disastrosa, lacrime e sangue e senza alcuna prospettiva per il futuro". Solamente il Pd ha firmato circa 200 degli oltre 450 emendamenti al testo. A presiedere i lavori è stato il vicepresidente dell'Ars, Roberto Di Mauro. Assente il presidente della Regione, Nello Musumeci. Tra i banchi del governo c'era il vicepresidente e assessore all'Economia, Gaetano Armao.

"Il Governo - ha detto Armao - è impegnato direttamente e con piena attenzione a ottenere il risultato del ripianamento trentennale di tutto il disavanzo. Se lo otteniamo potremo ripristinare le dotazioni. Oggi parliamo di 191 milioni che in un bilancio così asfittico sono risorse che incidono su aree importanti, tuttavia non dobbiamo dimenticare che l'approvazione di un bilancio di 20 miliardi di euro che vengono mobilitati già a febbraio è un fatto di assoluta rilevanza. Siamo di fronte a una situazione complessa fatta di indebitamento, disavanzo, derivati - ha aggiunto -, che oggi bisogna risolvere. Il problema non è vedere chi ha creato questa situazione, ma risolvere il problema nella lealtà del confronto tra le forze che sostengono il governo e di chi si oppone".

Terminata la discussione generale e accantonato l'articolo 1, quello che prevede agevolazioni per le persone fisiche che trasferiscono la propria residenza fiscale nella Regione, mutuando in Sicilia il 'modello Portogallo', l'Aula ha approvato l'articolo 2 "Accertamento somme in entrata liquidazione coatta amministrativa Sicilcassa", l'articolo 5 "Disposizioni in materia di tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi urbani", l'articolo 6 che istituisce il fondo di rotazione per la progettazione dei Comuni, l'articolo 8 sull'abrogazione di norme. Disco verde anche all'articolo 4 con la norma che prevede l'esenzione del bollo auto per i veicoli elettrici di nuova immatricolazione. Lo stop al pagamento della tassa automobilistica è valido per i primi tre anni dall'immatricolazione, "a decorrere dall'1 gennaio 2019 e sino al 31 dicembre 2021". 

Intanto in piazza l'ennesima protesta dei Forestali, preoccupati dall'annunciato taglio dei fondi per il comparto.

Esplode la rabbia dei forestali: "Musumeci mantenga le promesse" | Video

Le reazioni

Claudio Fava - “Il disastro dei conti della Regione ha radici antiche, che affondano negli anni di governo Cuffaro e Lombardo senza risparmiare Crocetta. Stagioni durante le quali alcuni ruoli apicali erano ricoperti anche da illustri esponenti del governo Musumeci. Non partire da questo dato significa non voler affrontare i nodi politici di questo governo". Lo ha dichiarato Claudio Fava, secondo il quale "l'eventuale e auspicabile rimodulazione trentennale dell’intero debito dovrà essere utilizzata per fare fronte alle esigenze di tutti quei settori che sono in evidente sofferenza (tra questi, certamente i Consorzi di bonifica, l'Esa e la spesa sociale per gli interventi sociali) e non per alimentare il classico assalto alla diligenza da parte dei deputati della cosiddetta maggioranza".
    
Giuseppe Lupo - “Ci opporremo senza tentennamenti a questa finanziaria chiaramente insufficiente, che taglia 191 milioni a settori fondamentali: dal sociale, alla cultura, all’agricoltura, all’antiracket  e che per la prima volta non contiene nessuna somma  destinata a investimenti. Un manovra iniqua e chiaramente priva di  qualunque progetto di rilancio della Regione e le cui conseguenze ricadranno su attività produttive, occupazione e  sui Comuni che aspettano le risorse necessarie per gli investimenti e per garantire i servizi  essenziali ai cittadini e alle imprese”. Lo ha detto,il capogruppo Pd Giuseppe Lupo.
 

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento