Regione, le dimissioni di Marino: "Non è più un governo tecnico"

Il prefetto di Palermo era assessore all'Energia e ricopriva anche l'incarico di vice presidente della Regione. Ieri Lombardo aveva nominato due nuovi assessori: Aricò e Spampinato

Il prefetto Giosuè Marino si è dimesso dal governo di Raffaele Lombardo. Marino aveva la delega all'Energia. Ricopriva anche l'incarico di vice presidente della Regione. Nella giunta dei tecnici, il prefetto veniva indicato in quota Pd. "Sono entrato a far parte della giunta di governo regionale - ha dichiarato Marino  - in ragione del ruolo dichiaratamente tecnico dei suoi componenti e nel tempo mi sono rigorosamente e con convinzione attenuto a tale caratterizzazione".

Le dimissioni giungono a poche ore dalla nomina da parte del governatore Raffaele Lombardo di due nuovi assessori, Giuseppe Spampinato dell'Api e Alessandro Aricò di Fli. Proprio alla luce di queste due nomine, il capogruppo del Pd, Antonello Cracolici, ieri ha convocato domani i parlamentari per una riunione del gruppo per un'analisi della nuova situazione. I democratici finora hanno sostenuto il governo, in quanto formato da tecnici.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Mafia

      Trema Cosa nostra, il boss di Carini Pipitone si pente e collabora

    • Mafia

      Mafia, nipote di Riina prossimo alla scarcerazione: "Non torni a Corleone"

    • Cronaca

      Cade dal solaio di una palazzina, 13enne ricoverato in ospedale

    • Cronaca

      Partinico, bimbi picchiati a scuola: le maestre restano ai domiciliari

    I più letti della settimana

    • Piano d'assunzione per 1.200 giovani: "Incentivi da 800 euro al mese per ogni impresa"

    • Maestre violente arrestate a Partinico, Faraone: "Saremo inflessibili"

    • Italia a 5 Stelle, Grillo chiude la kermesse: "Voliamo in alto, nulla è impossibile"

    • Raggi, spintoni, cori e promesse: "Abbiamo preso Roma, ora tocca a Palermo"

    • Grillo si riprende il Movimento, parte da Palermo la sfida per governare

    • Giusto Catania risponde alle critiche: "Amat? Macché fallimento, è all'avanguardia in Italia"

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento