"Ex Province verso il dissesto", l'assessore Grasso chiede l'aiuto di Roma

L'esponente del governo Musumeci ha inviato una lettera al ministro Salvini "per chiedere al Governo e al Parlamento di farsi carico nella Finanziaria dei bisogni dei territori"

L'assessore alle Autonomie locali della Regione  siciliana, Bernardette Grasso,

"Ho inviato una lettera al ministro Salvini per chiedere al Governo e al Parlamento di farsi carico nella Finanziaria dei bisogni dei territori e di restituire alle città metropolitane e alle Province la possibilità di assolvere i compiti istituzionali loro assegnati. Dal punto di vista finanziario occorre intervenire sul prelievo forzoso, che ha comportato un danno per gli Enti, in quanto ha sottratto risorse provenienti dalla propria 
potestà, determinando l'impossibilità di una programmazione annuale e pluriennale". Lo dice l'assessore alle Autonomie locali della Regione 
siciliana, Bernardette Grasso, sottolineando come "le difficoltà economiche con le quali la Regione deve combattere quotidianamente non consentono alle Province il normale esercizio delle loro funzioni basilari, determinando una situazione di predissesto".

Le richieste al Governo nazionale riguardano anche interventi in materia di incremento annuale dello stanziamento a regime da parte dello Stato a favore di tutte le città metropolitane e delle Province;di assegnazione straordinaria di fondi e risorse per la manutenzione della viabilità provinciale e la sicurezza dei ponti,viadotti e gallerie di competenza delle città metropolitane e delle Province siciliane; di assegnazione di risorse straordinarie per la manutenzione, gestione e messa in sicurezza delle scuole superiori aumentando lo stanziamento di 1,5 miliardi insufficiente per tutto il territorio nazionale. E ancora a Roma la Regione chiede lo snellimentodelle procedure di utilizzazione dei fondi comunitari e nazionali attraverso l'assegnazione diretta ai singoli enti titolari delle opere pubbliche; il potenziamento delle strutture tecniche, concedendo agli enti locali la possibilità di assumere figure specialistiche anche in deroga ai divieti di assunzione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento