Voto di scambio, l'eurodeputato Antinoro condannato a sei anni

Secondo l'accusa alle elezioni regionali del 2008 avrebbe comprato alcuni voti da esponenti vicini a Cosa nostra. La Corte d'appello ha riconosciuto l'aggravante rispetto al primo grado, dove gli erano stati inflitti 2 anni e 2 mesi

L'europarlamentare del Pid Antonello Antinoro è stato condannato a sei anni di carcere per voto di scambio politico-mafioso. La quarta sezione della Corte d'appello ha condannato a sei anni l'eurodeputato, imputato di voto di scambio e che in primo grado, per un'ipotesi non aggravata dall'agevolazione di Cosa Nostra, si era visto infliggere 2 anni e 2 mesi. Secondo l'accusa alle elezioni regionali del 2008, Antinoro avrebbe comprato alcuni voti da esponenti mafiosi.

La Corte, riformando parzialmente la sentenza di primo grado, ha riconosciuto l'aggravante e ha disposto l'interdizione in perpetuo dai pubblici. Antinoro ha continuato ad escludere di avere avuto consapevolezza della caratura dei personaggi ai quali si era rivolto, secondo la sua versione, solo per alcuni servizi connessi alla sua partecipazione come candidato alle elezioni regionali del 2008.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento