Anci Sicilia: Alvano confermato segretario, eletto l'ufficio di presidenza

ne fanno parte Cannata, Amenta, Tantillo, Licciardi, Garozzo, Plumeri e Firetto. Il segretario resterà in carica fino al 2022

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Mario Emanuele Alvano è stato riconfermato segretario generale dell’Anci Sicilia durante la prima seduta del Consiglio Regionale dell’Associazione svoltasi questa mattina a Villa Niscemi. I componenti dell’organo di governo politico dell’Associazione, designati lo scorso 3 agosto nel corso dell’XI Assemblea Congressuale, hanno rinnovato la fiducia ad Alvano che rimarrà in carica fino al 2022.

Durante i lavori sono stati eletti anche i componenti dell’Ufficio di Presidenza e del Comitato direttivo. Ufficio di Presidenza: Luca Cannata, sindaco di Avola, riconfermato vice presidente vicario; la carica di vice presidente va, invece, a Paolo Amenta, presidente del Consiglio comunale di Canicattini Bagni, Giulio Tantillo, consigliere comunale di Palermo; Attilio Licciardi, sindaco di Ustica, Giancarlo Garozzo, sindaco di Siracusa, Alessandro Plumeri, sindaco di Villalba, Calogero Firetto, sindaco di Agrigento.

Comitato direttivo: Vito Marsala, vicesindaco di Caltabellotta, Orlando Russo, sindaco di Castelmola, Rosario Petta, sindaco di Piana degli Albanesi, Rosalia Stadarelli, sindaco di Misilmeri, Giovanni Barbagallo, sindaco di Trecastagni, Salvatore Gambino, sindaco di Torretta, Giovanni Ruvolo, sindaco di Caltanissetta. Membri di diritto: Gabriele Salvatore, sindaco di Pantelleria e rappersentante regionale Ancim (Associazione nazionale comuni isole minori), Mario Cicero, sindaco di Castelbuono e rappresentante regionale Uncem (Unione nazionale comuni enti montani)

Il segretario Alvano, dopo aver ringraziato i presenti per la fiducia, ha sottolineato che “l’AnciSicilia continuerà, come ha fatto in questi ultimi anni, a rappresentare le posizioni del sistema delle autonomie locali attraverso un confronto con la Regione siciliana e le altre istituzioni finalizzato a migliorare il rapporto con cittadini ed imprese rendendo la pubblica amministrazione locale uno strumento per la crescita dei territori. Nei prossimi anni si lavorerà per trasformare sempre di più la nostra Associazione in un luogo in cui saranno elaborate, anche sotto il profilo tecnico, proposte capaci di incidere su un effettivo miglioramento della normativa vigente”.

Il presidente Orlando, dopo aver ringraziato il segretario generale Alvano per il lavoro fin qui svolto e per la professionalità che continuerà a dimostrare nei prossimi cinque anni, ha sottolineato che "l’Anci Sicilia sarà sempre al fianco degli enti locali, attraverso un lavoro serio e puntuale per garantire  che ciascun territorio possa essere  protagonista delle scelte che riguardano i diritti dei cittadini. L’indiscussa coesione dell’Anci Sicilia ci aiuterà a chiedere con più forza a Stato e Regione, le adeguate risorse finanziarie per i comuni dell’Isola da troppo tempo mortificati da disattenzione e confusione nazionale e regionale".

"Ringrazio i colleghi amministratori - ha dichiarato Amenta - che nel scegliere gli organismi dirigentidell’Associazione hanno voluto riconfermarmi in seno all’Ufficio di Presidenza nel ruolo di vicepresidente, incarico che ho svolto in questi anni occupandomi di Politiche Sociali, Sviluppo, Territori e Fondi Europei, ascoltando le istanze dei 390 Comuni siciliani, trasferendole in tutti i tavoli di confronto col Governo nazionale e con quello regionale, ad iniziare dalle tematiche relative allo sviluppo dei territori. A proposito di territori, sempre oggi, con i sindaci abbiamo incontrato il ministro per il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, per chiedere la riapertura della progettualità del Patto per il Sud, per l’inserimento di progetti strategici e importanti per lo sviluppo e la crescita dei territori. Il ministro ha dichiarato la sua disponibilità a sedersi al tavolo di confronto per valutare i progetti".

Torna su
PalermoToday è in caricamento