L'Amat vuole mettere le ali: idrovolanti per raggiungere l'aeroporto

L'azienda vorrebbe allargare i suoi servizi con collegamenti aerei tra Punta Raisi e alcuni centri della provincia, isole minori incluse. In cantiere anche l'assunzione di nuovi autisti per i bus: ma bisogna fare i conti col piano di risanamento. Cimino incassa il sostegno della maggioranza

Un idrovolante (foto archivio)

L'Amat vuole spiccare il volo. Non solo metaforicamente. La società di via Roccazzo vorrebbe infatti inserire nel prossimo piano industriale un servizio di elicotteri e idrovolanti per collegare l'aeroporto di Punta Raisi con alcuni centri della provincia di Palermo, includendo - se possibile - anche le isole minori. 

E dire che dopo i tagli operati dal Comune, con l'azzeramento dei disallineamenti, l'Amat non si è ancora rimessa in carreggiata. Per farlo, Comune e azienda hanno stilato una road map che prevede, oltre al piano industriale, un vero e proprio piano di risanamento (che dovrebbe essere pronto entro metà aprile) e un piano del fabbisogno di personale. L'obiettivo è duplice: sistemare i conti e creare le condizioni per nuove assunzioni di autisti. Dagli anni '90 non si fa un concorso e i conducenti oggi in servizio hanno un'età media che supera abbondantemente i 50 anni.  

Malgrado tanti problemi, la dirigenza coltiva un sogno nuovo: mettere le ali all'Amat. Un argomento, assieme ai temi più cogenti del risanamento economico e dei futuri concorsi, toccato durante l'audizione di oggi in commissione consiliare Bilancio del numero uno dell'Amat Michele Cimino. "Il rilancio dell'Amat passa da un solido piano di risanamento, dalla definizione dei contenziosi col Comune, ma soprattutto dal piano del fabbisogno: per garantire i servizi, le corse del tram e le linee degli autobus in periferia servono autisti ed energie fresche, altrimenti si rischia di vanificare gli sforzi compiuti con l'acquisto dei nuovi mezzi".

A dirlo Dario Chinnici e Antonino Sala, rispettivamente capogruppo Pd e capogruppo di Palermo 2022 a Sala delle Lapidi. "Il piano di risanamento che Amat sta redigendo - dice Sala - deve camminare di pari passo con quello del fabbisogno: l'ultimo concorso risale al 1990 e quella dell'autista è una mansione usurante che richiede un ricambio celere. Per questo servono nuove assunzioni mediante concorso pubblico e una seria riflessione sui servizi da svolgere, come la rimozione auto e la segnaletica stradale”.

"Bisogna elaborare una visione a lungo termine e in chiave metropolitana - aggiunge Chinnici -. L’azienda sta studiando anche un servizio di collegamento con elicotteri e idrovolanti con il resto della Provincia: un’ipotesi da verificare, ma che potrebbe rendere più solida l'azienda e allargare i suoi servizi che vanno immediatamente rivisti col nuovo contratto, consentendo ad Amat di specializzarsi sul trasporto in tutte le sue forme. Chiediamo anche che l'amministrazione attivi un tavolo tecnico con l'azienda per la definizione dei contenziosi tributari che rischiano, in ogni caso, di avere conseguenze negative sul sistema Comune".

Il presidente Cimino incassa il sostegno anche di un altro esponente di maggioranza: Barbara Evola, presidente della commissione Bilancio e capogruppo di Sinistra Comune: "Valuto positivamente il piano di risanamento di Amat illustrato dal presidente Michele Cimino. Il progetto è pienamente condivisibile e affronta anche la questione del fabbisogno di personale dell'azienda. In questo momento c'è una proficua interlocuzione con l'amministrazione, in particolare con l'assessorato alla Mobilità, per mettere a punto le linee strategiche di rilancio di un'azienda fondamentale come quella del trasporto pubblico. L'obiettivo è puntare a migliorare l'efficienza del servizio pubblico offerto ai cittadini e alle cittadine".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (15)

  • Prima pensate al mettere le gomme ai bus.

  • sicuramente a breve parleremo di turismo spaziale. .....mah

  • Avatar anonimo di nicola
    nicola

    Abbiamo mare ovunque. Potrebbero invece usare i pulman che vanno in strada e in acqua ( ci sono in olanda) e collegare tutta la costa via mare per poi continuare in strada. ed evitiamo tantissimo traffico. Almeno costa molto meno dell' idrovolante.

  • Non se ne può più di questi manager moderni ai quali è stato (mal)insegnato di essere creativi e inventare cose nuove invece di smuoversi il c... e andare a lavorare seriamente per portare a termine i compiti per i quali sono stati assunti e per i quali vengono pagati stipendi esagerati.

  • Avatar anonimo di Dado
    Dado

    ...propongo l’idroscalo nel fiume Oreto!

  • Invece di fare queste boiate che non utilizzerà mai nessuno pensassero a migliorare il trasporto pubblico della città che fa pena tra attese di più di 45 minuti alla fermata e linee con un autobus solo

  • Avatar anonimo di Pietro
    Pietro

    Ecco che succede ad avere un management scelto dalla politica. Il minimo è che oltre ai danni nella gestione quotidiana si assista anche a sparate come questa dell’idrovolante. in una azienda privata il genio che ha partorito questa solenne min***a sarebbe stato sbattuto fuori a calci solo per averla pensata.

  • sarebbe bello anche via mare porto di Palermo molo aeroportuale

  • bella idea!

  • Sarebbe stato sufficiente realizzare, a suo tempo, la sopraelevata...fregandosene dei verdi che l'hanno avversata e dhe poi nulla hanno eccepito contro il taglio degli alberi della circonvallazione e la realizzazione delle barriere del tram.

    • Concordo.

  • dopo che Ast sta Ricorrendo il sogno di mettere le Ali. compagnia Aérea Ast se Volano per Come sono i pullman ci sarà Da divertirsi amat Idrovolanti aspettiamo che Qualche Tassista decida di Mettere la Barca

    • Non si tratta dell'Ast ma dell'Amat.

      • No no, anche l'AST con gli aerei.

  • Bella questa! Ma non è un po' presto per i buotti ru festino?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il camionista palermitano che sognava una strage in nome dell'Isis: convalidato il fermo

  • Economia

    Reddito di cittadinanza, provincia di Palermo sul podio nazionale: accolte 26.204 istanze

  • Cronaca

    "Calmi, nessuno si farà male": con le tute da imbianchino e la pistola rapinano Carrefour

  • Cronaca

    Villabate, furto in chiesa durante la Settimana Santa: rubati il pc del parroco e le offerte

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Tragico incidente in auto, morto ragazzo palermitano di 20 anni

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

Torna su
PalermoToday è in caricamento