Sanità, Agugliaro (Confintesa Ugs-medici): "Bene vigilanza negli ospedali siciliani"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Confintesa Ugs Medici si ritiene pienamente soddisfatta del via libera dato dalla Consip in materia di vigilanza. Tale servizio, negli ospedali siciliani è nato dall'esigenza di risolvere il problema del fenomeno delle aggressioni agli operatori sanitari, soprattutto nei pronto soccorso dove questi episodi sono sempre più numerosi”. Questo il commento del segretario provinciale di Confintesa Ugs-Medici, Renato Agugliaro, in merito allo sblocco degli appalti con le società di vigilanza per i servizi di sicurezza negli ospedali isolani. Anche il segretario di Confintesa Palermo e Sicilia, Domenico Amato, esprime il suo parere positivo, tuttavia con qualche riserva sui lotti ancora non assegnati: “Lo sblocco della vigilanza è un fatto estremamente positivo, che non garantisce solo la sicurezza degli operatori della sanità ma anche dell’utenza. Confintesa Sanità resta vigile affinché anche i lotti rimasti esclusi siano coperti al più presto a garanzia di tutta l’isola”. Un altro appunto viene dal responsabile della comunicazione di Confintesa Sanità, Gabriele Dolce, che dichiara: “già da tempo Confintesa Sanità e Ugs-medici denunciano una crescente incidenza degli episodi di violenza negli ospedali dell’isola ed a cui, finalmente, si cominciano a dare risposte concrete”.  

Torna su
PalermoToday è in caricamento