Comune, da gennaio sarà attiva l'Agenzia della casa

Il problema dell'emergenza abitativa, iniziativa targata Sinistra Comune allo Zen: “Dalla Regione e dal Comune serve un cambio di passo”

Un primo importante confronto per rimettere al centro dell’agenda politica il tema della casa e del contrasto alle marginalità. All'incontro, organizzato stamattina allo Zen di Palermo da Sinistra Comune, hanno partecipato oltre ai rappresentanti di associazioni e sindacati, l’assessore del Comune di Palermo Giuseppe Mattina, la consigliera comunale Katia Orlando, la portavoce di SC Mariangela Di Gangi e il presidente della commissione regionale antimafia e anti corruzione Claudio Fava.

“Gli Iacp - ha detto Fava - sono mantenuti in vita solo per distribuire poltrone. Sulla povertà e i diritti, come quello alla casa, la Sicilia versa in condizioni drammatiche. Gli IACP sono strumenti inadeguati a fronteggiare il dramma della casa, utili solo per distribuire posti e poltrone. Per questo vanno superati garantendo una struttura regionale con risorse economiche adeguate e massima trasparenza per le politiche abitative. in questo senso lavoreremo dentro e fuori l’Assemblea Regionale”.

"Da gennaio finalmente sarà attiva l'Agenzia per la casa del Comune di Palermo - ha spiegato Giuseppe Mattina - e si conferma l'impegno ad affrontare in maniera unitaria e con una programmazione partecipata le problematiche abitative, a partire dalla futura programmazione della parte relativa ai servizi del  Fondo nazionale di contrasto alla povertà. La situazione cittadina non è semplice ma abbiamo gli strumenti e le risorse per andare avanti con decisione per sostenere le persone più fragili."

"Proporremo in Consiglio comunale che la discussione sui regolamenti relativi al diritto alla casa si svolga in tempi brevi - ha assicurato Katia Orlando. La loro approvazione è uno strumento di cui l'Amministrazione non può fare a meno per una programmazione politica che rimetta al centro il diritto all'abitare, fuori dalla logica dell'emergenza abitativa."

Per Mariangela Di Gangi:  "l'Amministrazione comunale, nonostante gli sforzi profusi, non riesce ancora a garantire risposte rapide, soprattutto in riferimento all’accoglienza in emergenza. Estendere i termini per la sanatoria e la regolarizzazione degli occupanti, ad esempio, può essere l’inizio di una nuova stagione, ma da sola non basta. Servono provvedimenti che evitino alle famiglie di dover occupare. Condividiamo l’approccio dell’Amministrazione che  vede nella presa in carico complessiva dei bisogni delle persone la soluzione,  e per questo serve urgentemente l’avvio di una strategia complessiva, che incroci gli interventi di Regione e Comune."

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Palermitana doc
    Palermitana doc

    Io a o 26 anni mamma di una bambina e più di uno sfratto per morosità incolpevole in quanto nn lavoro e nn posso permettermi di pagare un affitto di 400 euro ed è brutto vedere che chi di dovere se ne frega se nn sei un rom o un e stra comunitario e a chi nn a di bisogho li agliutano e vero ci sono molti casi in qui le case di proprietà del comune a chi vengo a assegnate li rivendono ed io quando sento questo fa ancora più male perché avere una casa comunale per me sarebbe molto di agliuto sono ragazza madre e mi anno assegnato 21 punti perciò nn mi spetta una casa comunale 

    • Palermitana DOC, e si vede.

  • Solo proclami.

  • Avatar anonimo di Silvana
    Silvana

    Prima di date le case dovete fare controlli rigidi. Dentro le case occupate vi è gente che non ha alcun diritto a starvi. Quindi smettetela sempre di parlare, eseguite gli sgomberi e cominciate a stare dalla parte della gente onesta, che è quella che vi paga le tasse e tutto. Gli occupanti hanno capito il meccanismo di non sborsare neanche un euro. 

  • una idea che forse non ci ha pensato nessuno. visto che è risaputo che gli assegnatari delle case allo zen ed altre case del comuni se le sono vendute, perché il comune non fa un censimento? ????? e segnala alle autorità i venditori e gli occupanti facendogli pagare una. forte penale? probabilmente non si fara mai, troppo impopolarità di chi governa?

    • Pagare con quali soldi?

Notizie di oggi

  • Mafia

    Le mani della mafia sull'ippodromo, gare decise dai boss: 9 arresti

  • Cronaca

    Droga da Napoli a Palermo, annullate le condanne: c'è anche un fedelissimo di Messina Denaro

  • Video

    Cala e Borgo, la differenziata c'è ma non si vede: cumuli di rifiuti al posto dei cassonetti | VIDEO

  • Politica

    Palermo Capitale della cultura, il Presidente Mattarella in città per la cerimonia conclusiva

I più letti della settimana

  • "Le chiamate arancine? Non vendetele", Antica Focacceria stoppata a Catania

  • Incidente a Verona, con la moto contro un Suv: muore palermitano di 23 anni

  • "Ma qua volete stare gratis? Smontate tutto": quando la mafia fa chiudere i ristoranti

  • Tragedia a Monreale, ventenne trovato morto nel suo letto

  • Una mattinata di ordinaria follia: ruba auto a una donna, poi fugge e si schianta alla Noce

  • Si ribella al pizzo, filma il suo estorsore con una telecamera nascosta e lo fa arrestare

Torna su
PalermoToday è in caricamento