giovedì, 24 aprile 19℃

Tarsu, tutte le informazioni sulla tassa sui rifiuti

La Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani è dovuta da chiunque occupa o utilizza locali e aree scoperte adibiti a qualsiasi uso

Redazione PalermoToday 3 ottobre 2011
2

Cosa è la TARSU
La Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani  è dovuta da chiunque occupa o utilizza locali e aree scoperte adibiti a qualsiasi uso (sono escluse le aree comuni del condominio, le aree scoperte di pertinenza o accessorie di abitazioni civili, le aree a verde). Sono quindi tenuti al pagamento tutti coloro che usano o hanno a disposizione una casa, un negozio o qualsiasi immobile, o chiunque usufruisca di un'occupazione di suolo pubblico.

Quando presentare la dichiarazione?
Entro il 20 gennaio dell'anno successivo a quello in cui ha avuto inizio l'occupazione o la detenzione di un immobile, il contribuente deve presentare, presso il Settore Servizi Tributari, una dichiarazione relativa ai locali e alle aree assoggettabili alla tassa, indicando la superficie in metri quadrati e la destinazione d’uso, usando un apposito modulo in distribuzione presso gli stessi uffici o scaricabile dal sito internet: www.comune.palermo.it. La dichiarazione viene presentata una sola volta ed è quindi valida anche per gli anni successivi, purché non cambino le condizioni iniziali. Tuttavia, se la denuncia iniziale è infedele, insorge, ogni anno, in capo al soggetto l'obbligo di ricondurla a verità attraverso la rettifica dei dati ivi indicati. Il contribuente dovrà dichiarare ogni variazione relativa a locali ed aree, alla loro superficie e alla destinazione, usando le stesse modalità ed entro lo stesso termine del 20 gennaio. Va presentata dichiarazione anche quando cessa l'occupazione o l'uso di locali ed aree nel corso dell'anno. La cessazione non avviene automaticamente con il cambio di domicilio o di residenza.

Quanto si deve pagare?
L'importo della tassa varia in base alla superficie e all'uso cui l'immobile è destinato. A seconda della categoria è applicata una diversa tariffa al metro quadro. Per l'anno 2009 la tariffa delle abitazioni è pari a E 2,27 per metro quadro. Al riguardo si specifica che la superficie utile da calcolare è quella interna calpestabile, esclusi i muri perimetrali, i tramezzi ed i balconi. I dettagli sulle utenze non abitative possono essere consultati nella tabella TARIFFE nel sito internet:
www.comune.palermo.it (Settore Tributi TARSU).

Tariffe vigenti
Nel rimandare, per l'elenco completo, al sito internet www.comune.palermo.it (servizi tributari), si specificano di seguito alcune delle tariffe principali al metro quadro:
- abitazione, box, locali di sgombero: euro 2,27;
- esercizio alimentare, macelleria, panificio, pasticceria, salumeria: euro 11,56;
- studio artistico, professionale: euro 11,49.

Come e dove pagare?
Anche quest'anno la tassa si paga utilizzando preferibilmente i bollettini di conto corrente inviati con la cartella esattoriale. Il pagamento, in un'unica soluzione oppure in due rate bimestrali, dev'essere effettuato entro 60 giorni dalla data di notifica della stessa.
Si può pagare presso:
- gli uffici postali, utilizzando gli stessi bollettini di conto corrente;
- qualsiasi sportello bancario;
- gli sportelli del concessionario, Serit-Sicilia S.p.A. in via Orsini, 9, Palermo.

Solo per particolari motivi si può chiedere presso il Concessionario della Riscossione competente per provincia, la maggiore rateazione della tassa fino a 60 rate mensili e comunque nei limiti previsti dalla legge.

Riduzioni
- La tassa per l’abitazione è ridotta del 20% in caso di nuclei familiari composti da una sola persona occupante una superficie non superiore a mq. 70;
- La tassa per l’abitazione è ridotta del 25% nel caso in cui il nucleo familiare è beneficiario di buono casa, integrazione all’affitto, sussidio straordinario;

La tassa è ridotta del 30% in caso di:
- singolo o coppia d’anziani con reddito non superiore, cumulativamente, al doppio della fascia esente ai fini della dichiarazione dei redditi (per i cittadini anziani si intendono gli uomini che hanno compiuto il 60° anno d’età e le donne che hanno compiuto il 55° anno d’età);
- detentori di immobili che dichiarino di non utilizzare l'immobile stesso o di utilizzarlo in modo saltuario, discontinuo od occasionale e non vi abbiano la residenza, ed in tale ipotesi, non è necessaria alcuna comunicazione annuale, se non nel caso in cui lo stesso venga locato o ceduto a terzi, per cui viene meno l'utilizzo occasionale;
- nuclei familiari che comprendano un disabile con invalidità del 100% ed il diritto all'accompagnamento; il beneficio è sempre correlato al reddito dell'intero nucleo familiare, per cui l'avente diritto è tenuto a presentare richiesta di agevolazione, precisando la dichiarazione del reddito presunto percepito nell'anno per il quale si chiede il beneficio;
- abitazioni che facciano parte di costruzioni rurali, occupate da agricoltori o imprenditori agricoli;
- locali diversi dall'abitazione ed aree scoperte adibite ad attività stagionali risultanti da autorizzazione e/o licenza;
- attività produttive, commerciali o di servizi che provvedono alla compattazione e/o raccolta differenziata di oltre il 70% del totale dei rifiuti prodotti.

Per le nuove attività industriali,commerciali e di servizi che creino nuovi posti di lavoro, la tassa è ridotta del 30%, 40% o 50% qualora prevedano rispettivamente l'impiego di un numero di dipendenti compreso tra 1e 5, tra 6 e 10 e oltre 10; la riduzione è valida per un triennio a decorrere dall'inizio dell'attività. Le richieste di riduzione sono concesse su apposita domanda dell'interessato. Per gli unici occupanti di un'abitazione la stessa dev'essere presentata una sola volta e vale fino al permanere delle condizioni. Nel momento in cui non si è più l'unico occupante occorre fare la dichiarazione di variazione. In tutti gli altri casi le istanze vanno reiterate annualmente. Tutte le agevolazioni sopra richiamate sono cumulabili, purché non superino il 50% della tassa dovuta.

Esenzioni
Sono esentati dal pagamento della tassa:
- i nuclei familiari destinatari di interventi di assistenza continuativa da parte del Comune;
- le giovani coppie che contraggono matrimonio civile o religioso purché il reddito del nucleo familiare non sia superiore a euro 24.000, la superficie dell’appartamento non sia maggiore di mq. 100 e l’età di almeno uno dei due coniugi non sia superiore ad anni 32 alla data del matrimonio. Detta esenzione vale per tre anni a decorrere dall'anno di contrazione del matrimonio e per i due successivi.L'istanza per richiedere detto beneficio dovrà essere presentata entro il 20 gennaio dell'anno successivo a a quello del matrimonio;
- i nuclei familiari composti da persone titolari esclusivamente di pensione sociale INPS.

Sono inoltre esclusi dal pagamento i seguenti locali ed aree:
- superfici dei locali ove si producano rifiuti speciali, dietro presentazione della documentazione il cui elenco è richiedibile presso il Servizio Ta.R.S.U. telefonando al call center Ta.R.S.U.;
- centrali termiche e locali riservati ad impianti tecnologici quali cabine elettriche, vani ascensori, celle frigorifere, locali di essiccazione e stagionatura (senza
alcuna lavorazione), silos, serbatoi, cisterne e simili ove non si ha, di regola, presenza umana;
- la parte degli impianti sportivi riservata, di norma, ai soli praticanti sia che detti impianti siano ubicati in aree scoperte che in locali;
- unità immobiliari destinate a civile abitazione prive di utenza Enel;
- Immobili che risultino in obiettive condizioni di non utilizzabilità nel corso dell'anno per cause di forza maggiore quali: fabbricati danneggiati, non agibili, in ristrutturazione a condizione che tale situazione sia confermata da idonea documentazione, fermo restando che il beneficio di non tassabilità è limitato al periodo di effettiva mancata occupazione dell'alloggio o dell'immobile.

Le richieste di esenzione e/o di esclusione sono concesse su apposita domanda dell'interessato. I requisiti sopra indicati devono essere posseduti al 31Dicembre dell'anno di riferimento. Le stesse devono essere presentate su apposito modulo presso il Settore Tributi P.zza Giulio Cesare n.6 entro il 20 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale si richiede l'esenzione (i moduli sono disponibili presso il sito internet del comune di Palermo).

Rifiuti ingombranti o speciali
Ai fini del pagamento della TARSU, i rifiuti speciali o ingombranti sono esenti e non comportano dunque alcun ulteriore pagamento

Dal sito dell'Amia
Accogliendo le segnalazioni di varie associazioni, fra le quali Emily e Palermo in movimento, Amia viene incontro alle esigenze delle persone che, per impegni di lavoro, non possono conferire gli ingombranti nel corso della settimana. A partire dal 29/01/2011, quindi, tutti i sabati il progetto “Piazza Pulita” si arricchisce di un’altra postazione mobile, in via Corleone (sotto il ponte di via Giafar) a Brancaccio, che riceverà i rifiuti ingombranti dalle 7,30 alle 11,30. Così il sabato i cittadini hanno ora a disposizione due postazioni: in via Corleone e in via dell’Airone, nel quartiere Bonagia.
A seguire i siti dove poter conferire durante la settimana:

Giorno    Luogo    Circoscrizione    dalle    alle
Lunedì    via dell’Olimpo    7    7:30    11:30
    piazza John Lennon    8    7:30    11:30
Martedì    Foro Umberto I     1    7:30    11:30
    piazza John Lennon    8    7:30    11:30
Mercoledì    P.le Francia    6    7:30    11:30
    piazza John Lennon    8    7:30    11:30
Giovedì    Piazza S.Cristina    5    7:30    11:30
    piazza John Lennon    8    7:30    11:30
    via S.Corleone (Ponte Giafar)    2    14:30    18:00
Venerdì    via Li Bassi     4    7:30    11:30
    piazza John Lennon    8    7:30    11:30
Sabato    via dell’Airone    3    7:30    11:30
    via S.Corleone (Ponte Giafar)    2    7:30    11:30


E’ bene precisare che i cittadini possono conferire, a prescindere dalla residenza, in qualsiasi postazione.La consegna dei rifiuti può essere effettuata solo nei giorni e negli orari indicati, direttamente ed esclusivamente al personale Amia presente sul posto. Stante che il conferimento è riservato alle singole utenze dei cittadini, il limite di accettazione per postazioni di "Piazza Pulita" è mediamente di 5 pezzi ingombranti. Si ribadisce, infatti, che non sono ammessi conferimenti di rifiuti speciali da parte di utenze commerciali o di grandi quantità di rifiuti per i quali è necessario contattare l’ "ufficio vendita servizi" al numero 091/6491332
 

Annuncio promozionale

tasse

2 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di giuseppe

    giuseppe non abito da piu di 20  anni e mi viene notificata  immondizia palermo
    '' la pago nella nuova residenza''''''''   maaaaaa

    il 16 luglio del 2013
  • Avatar anonimo di Marilena

    Marilena Se la casa è disabitata perchè l'unica persona che vi abita sta in una casa di riposo a tempo indeterminato,la tarsu va pagata o è previsto l'esonero?
     

    il 24 aprile del 2013