Auto e moto bandite da piazza Indipendenza: il piano di Regione e Comune

L'idea dell'assessore regionale Toto Cordaro annunciata nel corso di No smog Mobility. La possibilità dell'isola pedonale condivisa anche da Giusto Catania. "In nessuna città europea ci sono mezzi che scorrazzano davanti a palazzo istituzionale"

Traffico in piazza Indipendenza

Verso l'isola pedonale in piazza Indipendenza. Ad annunciare la volontà della giunta Musumeci di rendere l'area off limit ad auto e moto, nel corso del No smog Mobility ieri, è stato l'assessore regionale al Territorio e Ambiente Toto Cordaro. Un'idea a quanto pare condivisa anche dall'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Orlando.

"Non esiste - ha detto Cordaro - alcuna città europea con un palazzo istituzionale con auto e motorini che scorrazzano a fianco. L’area di Palazzo d’Orleans dovrà essere pedonale. Stiamo lavorando col Comune - ha continuato l'assessore - per trovare la giusta soluzione. L’assessore Catania non lo ha voluto dire, ma lo anticipo io".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora da definire sia i tempi che la viabilità alternativa che dovrà seguire il traffico una volta chiusa la piazza. Certa invece l'intenzione di entrambe le amministrazioni di andare avanti con le pedonalizzazioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, in Sicilia sospeso l'avvio della stagione balneare

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

Torna su
PalermoToday è in caricamento