Comune, consegnati 16 mezzi a metano per abbattere l'inquinamento

Rappresenta il primo intervento realizzato all'interno di un programma più ampio di "finanziamenti per il miglioramento della qualità dell'aria nelle aree urbane e per il potenziamento del trasporto pubblico" promosso dal Ministero dell'Ambiente

Sedici nuovi mezzi a metano sono stati consegnati questa mattina al Comune. L’arrivo di questi mezzi a bassa emissione inquinante, tra autocarri, compattatori e piattaforme aeree, rappresenta il primo intervento realizzato all’interno di un programma più ampio di “finanziamenti per il miglioramento della qualità dell’aria nelle aree urbane e per il potenziamento del trasporto pubblico” promosso dal Ministero dell’Ambiente. Lo scopo è quello di sviluppare la mobilità sostenibile e ridurre l’inquinamento atmosferico, in conformità agli indirizzi del “Piano Strategico della Mobilità Sostenibile” (Psms) e del Piano Generale del Traffico Urbano (Pgtu).

Nei prossimi giorni saranno consegnati altri 6 mezzi, mentre è ancora in corso la gara d’appalto per l’acquisto delle ultime 9 auto a metano per il trasporto di persone e mezzi da lavoro. I dettagli del Programma sono stati chiariti questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Villa Niscemi. All’incontro con i giornalisti sono intervenuti, tra gli altri, l’assessore all’Ambiente Cesare Lapiana, Sergio Marino Presidente Rap, Antonio Gristina Presidente Amat e Antonio Mazzon Coordinatore del Gruppo Energia e Mobilità Sostenibile del Comune che ha curato il progetto.

“Porgo il mio apprezzamento – ha dichiarato il Sindaco Leoluca Orlando - per l’arrivo dei primi mezzi a metano con fondi del Ministero dell’Ambiente. Questa è la conferma della volontà di innovazione, miglioramento dei servizi resi ai cittadini e utilizzo delle risorse extra comunali”.

 “Finalmente, dopo sette anni, - ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Cesare Lapiana - stiamo raccogliendo i frutti di questo progetto del Ministero dell’Ambiente che il Comune ha voluto giustamente condividere con le sue aziende. Un programma complesso che non riguarda solo l’acquisto di mezzi speciali, - ha concluso l’Assessore Lapiana - ma che mira soprattutto al miglioramento della qualità dell’aria della nostra città”.
In particolare il programma prevede 9 interventi in totale, per un importo complessivo di 15.598.894,71 euro, con un finanziamento ministeriale di 10.912.212,40 euro mentre 2.948.107,19 euro sono a carico di Amat, 474.600 euro a carico di Amg, 833.895 euro dal Coime e 430.080,12 euro dall’assessorato all’Ambiente.

Più in generale, oltre alla sostituzione di mezzi inquinanti con altri a basse emissioni, mezzi che il Comune provvederà a smistare tra Coime e Ville e Giardini, è prevista anche la realizzazione di una stazione di distribuzione del gas metano per la flotta pubblica nel parcheggio di viale Francia, il potenziamento della stazione di distribuzione del gas metano per la flotta pubblica nel deposito autobus in località Roccazzo, il potenziamento dell’esistente sistema di car sharing della città di Palermo, attraverso l’acquisto di veicoli a metano ed elettrici a due e quattro ruote e biciclette di tipo tradizionale, la realizzazione di corsie preferenziali protette con cordoli (Amat), l’ampliamento del sistema di videocontrollo del traffico all'interno della Ztl e l’acquisto di 18 autobus a gasolio Euro 6 a bassissima emissione di inquinanti. Tutti gli interventi verranno realizzati entro la fine del 2015.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento