Un'auto elettrica gratis per i residenti: così Cefalù "affronta" la Ztl

Per usufruire del servizio basta esibire un documento d'identità. Il mezzo elettrico consentirà di raggiungere il centro storico lasciando la propria auto all'esterno della zona a traffico limitato

E' stato consegnato al comune di Cefalù il nuovo veicolo elettrico Melex 366 (sei posti) che, prima di Pasqua, in concomitanza con l'avvio del periodo di pre - esercizio dei varchi elettronici di accesso alla Ztl del centro storico, effettuerà quotidianamente corse gratuite per i residenti. Avranno diritto al servizio gratuito tutti i residenti nel territorio comunale mostrando un documento di identità. Il mezzo elettrico consentirà di raggiungere il centro storico lasciando la propria auto all'esterno della Ztl.

Per il sindaco Rosario Lapunzina, "si tratta di un ulteriore passo avanti per rispettare gli impegni presi con l'Unesco nell'ambito del Piano di Gestione del sito Patrimonio dell'Umanità "Palermo arabo - normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale".

"Con l'avvio del pre-esercizio dei varchi elettronici e con la messa in esercizio del servizio navetta elettrica gratuito per i residenti - dice il Comune - Cefalù punta decisamente verso la mobilità sostenibile".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Mattarella a Palermo per ricordare Pio La Torre, accolto con applausi e selfie

    • Politica

      Finanziaria impantanata all'Ars, Baccei: "Copertura per i disabili a rischio"

    • Economia

      Sgravi fiscali per i negozi "intrappolati" tra i cantieri: via libera del Comune

    • Cronaca

      In giro per Misilmeri con 300 grammi di hashish, arrestato un uomo

    I più letti della settimana

    • Lotta all'inquinamento, eco nuotata in difesa del mare da Bagheria ad Aspra

    • Petralia Soprana, dopo decenni d'attesa nell'area commerciale arriva la luce

    • "Educhiamo i cittadini alla tutela del verde": intesa Comune-Arpa

      Torna su
      PalermoToday è in caricamento