Carini sotterranea, visite guidate alla grotta di Carburangeli e alle catacombe di Villagrazia

Domenica 8 luglio arriva il secondo appuntamento di Carini Sotterranea, un’occasione straordinaria in cui poter ammirare due dei più importanti siti sotterranei della Sicilia occidentale, si tratta della catacomba di Villagrazia di Carini e della riserva naturale Grotta di Carburangeli, aperta eccezionalmente la domenica.

Durante la mattina verranno organizzati dei turni di visite guidate alla catacomba, gestita dagli archeologi di ArcheOfficina, e alla grotta, gestita da Legambiente. Entrambi i monumenti si trovano a Villagrazia di Carini, a breve distanza l’uno dall’altro. La riserva naturale “Grotta di Carburangeli” costituisce un sito di notevole interesse speleologico, paleontologico e biologico. Ubicata nella pianura costiera di Carini, nei pressi di Villagrazia di Carini, consiste in una cavità a sviluppo prevalentemente orizzontale, di circa 400 metri costituita da diversi vani. La Grotta riveste anche interesse archeologico, come testimoniato dal rinvenimento di interessanti reperti nel primo vano della cavità e nell’area antistante. Gli scavi eseguiti negli ultimi secoli hanno riportato alla luce importanti resti della fauna fossile quaternaria (l’orso, la iena, il bisonte ed il cervo) ed oggetti dell’industria litica umana risalenti al Paleolitico ed al Neolitico, oggi conservati presso il Museo “Gemmellaro” di Palermo.

La catacomba paleocristiana di Villagrazia di Carini, situata a due passi da Palermo lungo la statale 113, può essere considerata il cimitero paleocristiano sotterraneo più esteso della Sicilia occidentale. Con i suoi oltre 3.500 mq di superficie scavata, si configura come una delle più importanti testimonianze del cristianesimo delle origini in Sicilia, non solo per la monumentalità delle gallerie e dei cubicoli, ma anche per gli apparati pittorici che illustrano alcuni episodi derivati dal Vecchio e dal Nuovo Testamento: il sacrifico di Isacco, Mosè che fa scaturire l’acqua dalla rupe, l’adorazione dei Magi. Le scene di vita quotidiana e le immagini dei defunti, specialmente i bambini accompagnati dai familiari, sono sempre ambientate secondo la tradizione romana all’interno di rigogliosi giardini che alludono al Paradiso.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

  • Beati Paoli, una passeggiata-racconto sulla leggenda legata alla misteriosa setta

    • 23 novembre 2019
    • Piazza della Memoria
  • Alla scoperta delle strade del Capo, il tour dal mercato storico ai tetti della Cattedrale

    • 17 novembre 2019
    • Mercato del Capo e tetti della Cattedrale
  • La vecchia dell'aceto in una passeggiata, Giovanna Bonanno e l'acqua velenosa

    • 17 novembre 2019
    • Piazza della Memoria

I più visti

  • Castrum Superius, il palazzo dei Re Normanni in una mostra che porta indietro nel tempo

    • dal 15 maggio 2019 al 10 gennaio 2020
    • Palazzo Reale
  • La casa delle farfalle fa il bis e torna al Museo Riso, sarà patrimonio dei palermitani

    • dal 5 ottobre al 31 dicembre 2019
    • Museo Riso
  • Teatro Al Massimo, la Miracle Queen tribute band in concerto con la polifonia cori e archi

    • 16 novembre 2019
    • Teatro Al Masimo
  • Bim Bum Bam, giocattoli diventano opere d'arte: due mesi di mostra allo Steri

    • Gratis
    • dal 3 ottobre al 23 dicembre 2019
    • Complesso Monumentale dello Steri
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento