"Ninnarò il Presepe raccontato", lo spettacolo al Teatro Ditirammu

Da venerdì 25 a domenica 27 dicembre alle ore 21 (il 25 anche alle 18) al Teatro Ditirammu si apre il sipario con lo spettacolo tanto atteso “Ninnarò il Presepe Raccontato”.

“C’era ‘na vota un picciriddu… Gisuzzu, ‘u figghiu di l’Onnipotenti…” queste sono le parole che echeggiano nel piccolo Testro Ditirammu.  Ed è questo l’inizio di  “NINNARÒ, il Presepe raccontato” che  rappresenta un atto di fede, offerto dalla Compagnia del Teatro Ditirammu, e nel contempo  un avvenimento che rappresenta il memoriale della natività. Il testo è una composizione di Rosa Mistretta e Vito Parrinello. 

E sarà proprio Rosa Mistretta che salirà sul palco dopo due anni di assenza a rappresentare Ninnarò assieme all’attore Gigi Borruso, Vito, Elisa e Giovanni Parrinello ed alla Piccola orchestra della compagnia Ditirammu composta da Salvo Lupo, Massimo Vella, Rosalia Raffa, Raffaele Cibilia e  Fabio Lannino.

Liberamente ispirato al ‘Vangelo secondo Luca’ e al repertorio musicale popolare, Ninnarò trova la sua sintesi nei “sunatura”, cantastorie spesso ciechi, che sin da epoche remote e fino a alcuni anni addietro, raccontavano, durante l’anno, fatti ed avvenimenti secondo un antico “almanacco” di usi e costumi popolari. In modo coinvolgente e commovente allo stesso tempo, i “sunatura” cantano la “novena” per la nascita di Gesù e “Turidduzzu”, un infantile sacrestano contastorie, accende le nove candele che per nove giorni ripercorrono le ‘parti’ che precedono la nascita di Gesù. 

Turidduzzu è l’immaginario popolare che spesso, umanizza il sacro e lo raffigura con forte rapporto al quotidiano ed infatti, il suo poetico racconto, assume toni fantastici e privi di tempo. Turidduzzu… è una figura senza tempo… Il suo Gesù è un bimbo com’è egli stesso, rapportato al quotidiano, uno come tanti - “…vi vogghiu cuntari ‘na storia chi tuttu ‘u munnu canusci …” - un poetico viaggio nel quale affiorano le emozioni dell’anima dei più umili che raccolgono, nella loro fantasia, un sentimento di fede.

Il costo del biglietto singolo è di € 13,00 per il biglietto intero e di € 10,00 per ridotto (studenti entro i 26 anni e over 60 anni). Per i gruppi composti da almeno  4 persone il costo è di euro 10,00 cadauno. Contatti e prenotazioni - cellulare 3311044500 -  email spettacoli@teatroditirammu.it. Il botteghino è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 16.30 alle 19.30 e nei giorni di spettacolo dalle ore 20.00.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Castrum Superius, il palazzo dei Re Normanni in una mostra che porta indietro nel tempo

    • dal 15 maggio 2019 al 10 gennaio 2020
    • Palazzo Reale
  • La casa delle farfalle fa il bis e torna al Museo Riso, sarà patrimonio dei palermitani

    • dal 5 ottobre al 31 dicembre 2019
    • Museo Riso
  • Tutto un mondo oltre lo schermo della tv, Paolo Bonolis presenta il suo libro a Palermo

    • solo oggi
    • 11 novembre 2019
    • Cinema Rouge et Noir
  • Teatro Al Massimo, la Miracle Queen tribute band in concerto con la polifonia cori e archi

    • 16 novembre 2019
    • Teatro Al Masimo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento