"Signs", violoncello e danza come protagonisti: lo spettacolo al Teatro Massimo

Sabato 12 e domenica 13 gennaio alle ore 18.30 nella Sala degli Stemmi del Teatro Massimo torna dopo il grande successo ottenuto a marzo 2018 Signs, spettacolo che unisce danza e musica con Adriano Maria Fazio al violoncello barocco e il danzatore Damiano Ottavio Bigi, messa in scena di Alberto Cavallotti.

Signs: i segni del corpo e i segni musicali in un serrato dialogo a due fra arti sorelle. Uno scambio di intenti dove la musica diventa gesto e il gesto diventa fiato. Un gesto da ascoltare, un suono da vedere. Il programma musicale per violoncello solo che fornisce lo spunto a questo intenso dialogo spazia dal Settecento fino alla musica contemporanea: alcuni movimenti dalle prime tre Suites per violoncello solo di Johann Sebastian Bach 1685-1750), il Capriccio in Do minore di Giuseppe Maria Dall’Abaco (1710-1805), Nepdalfele da Signs, Games and Messages di György Kurtág (n. 1926) e Quasi una sarabanda di Orazio Sciortino, pianista e compositore siracusano nato nel 1984. 

Adriano Maria Fazio, originario di Termini Imerese, indicato da BR-Klassik come “nuovo maestro del violoncello barocco”, è tra i talenti più in vista a livello internazionale della più giovane generazione di violoncellisti specializzati nel repertorio barocco e nella prassi esecutiva storicamente informata. Ha al suo attivo tre pubblicazioni discografiche tutte unanimemente accolte con grande favore dalla critica internazionale, collaborazioni artistiche con i più autorevoli rappresentanti della scuola italiana di prassi esecutiva barocca, partecipazioni a trasmissioni radiofoniche di RAI Radio 3 e una presenza in alcune delle più note sale e stagioni concertistiche in Italia e all’estero. Nel febbraio 2018 ha debuttato a Roma da solista per la prestigiosa Istituzione Universitaria dei Concerti. 

Damiano Ottavio Bigi, romano, dopo gli studi di danza classica a Roma si è trasferito in Francia dove ha approfondito gli studi di danza contemporanea. È stato membro effettivo del “Tanztheater Wuppertal Pina Bausch” dal 2006 ed è tuttora uno dei collaboratori principali della compagnia con la quale effettua tournée in tutto il mondo e con cui ha partecipato anche al film Pina di Wim Wenders. È danzatore e coreografo nel trio CDT, un nuovo progetto realizzato assieme ad altre due danzatrici del Tanztheater Wuppertal, Thusnelda Mercy e Clémentine Deluy. Molto attivo anche come docente, tiene con frequenza corsi e laboratori in Italia e all’estero. Biglietti: intero 10 euro, ridotto 6 euro. La biglietteria è aperta dal martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 18.00 e nei giorni di spettacolo a partire da un’ora prima e fino a mezz’ora dopo l’inizio.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Un tablet, tante app e una serie di gag esilaranti: "C'è poco da dire" al Teatro Jolly

    • dal 1 al 31 marzo 2019
    • Teatro Jolly
  • "Preljocaj-Kor’sia", la grande danza fa capolino sul palcoscenico del Teatro Massimo

    • dal 20 al 26 marzo 2019
    • Teatro Massimo
  • "Slava's Snowshow", lo spettacolo più amato da adulti e bambini sul palco del Biondo

    • dal 20 al 31 marzo 2019
    • Teatro Biondo

I più visti

  • Modigliani Experience, "les femmes" in versione multimediale in una mostra a Palazzo Bonocore

    • dal 3 novembre 2018 al 31 marzo 2019
    • Palazzo Bonocore
  • La Casa delle Farfalle arriva a Palermo, il Museo Riso si trasforma in un giardino d'inverno

    • dal 14 febbraio al 15 giugno 2019
    • Museo Riso
  • Giornate di Primavera: il Fai apre le porte di antichi palazzi, chiese e dimore storiche

    • da domani
    • dal 23 al 24 marzo 2019
    • luoghi all'interno del programma
  • "Rosalia eris in peste patrona", la storia della santa palermitana in mostra a Palazzo Reale

    • dal 4 settembre 2018 al 5 maggio 2019
    • Palazzo Reale
Torna su
PalermoToday è in caricamento