Presentazioni di libri, pranzi sociali e farmaci sospesi: la Settimana della carità a Bagheria

Ricco il programma di eventi dedicati alla riflessione, alla fede e all'aiuto ai più bisognosi. Verrà istituito anche un ambulatorio medico di prossimità. Attesa anche l'attrice Claudia Koll

La locandina dell'evento

Prende il via domani a Bagheria la “Settimana della Carità” organizzata dalla Caritas cittadina e patrocinata dall'assessorato alle Politiche sociali, giovanili e della famiglia dal Comune del Palermitano. La manifestazione che inizia in occasione della terza “Giornata mondiale dei Poveri” prevede la realizzazione di un pranzo dell'amicizia nella chiesa antica di San Pietro apostolo in corso Butera 253. A cucinare piatti tipici della tradizione siciliana i ragazzi della Casa dei giovani e ad intrattenere gli ospiti il chitarrista Francesco Maria Martorana. Parteciperanno gli ospiti del Centro diurno di salute mentale diretto dal dottor Stimolo.

Tra gli altri appuntamenti della settimana, martedì 19 novembre, alle 21, nella parrocchia del Santo Sepolcro, la presentazione del libro “Io e il mio cancro, la mia sorella gemella” di Maria Giambarveri. Modera il vicario episcopale Don Antonio Mancuso. Giovedì 21 novembre sarà la volta della “Giornata del farmaco sospeso” per la raccolta di farmaci per i più bisognosi: nelle farmacie della città oltre, in un apposito contenitore, si potrà versare un contribuito per acquistare i farmaci per chi ne necessita e non può permetterseli. Sabato 23 novembre verrà presentato un altro libro, “Non di solo pane vive l'uomo” di Giovanni Boer alla presenza della attrice Claudia Koll, presenta anche padre Marco Lupo.

Sempre sabato 23 novembre, un'importante iniziativa di solidarietà sarà realizzata dal Comune di Bagheria in sinergia con la Caritas cittadina. Dopo l'incontro sulla povertà sanitaria che si svolgerà alle 17 nella cappella della medaglia miracolosa Figlie della Carità, a villa Butera, il Comune accolta la proposta della Caritas di istituire un ambulatorio medico di prossimità, metterà a disposizione alcuni locali dei corpi bassi di Palazzo Butera per la realizzazione dell'ambulatorio. Sarà presente il Servizio sociale professionale e il segretariato sociale.

"La città ha bisogno di un ambulatorio di prossimità che si rivolga alle famiglie più fragili – dice l'assessore alle Politiche sociali Emanuale Tornatore - è il nostro dovere di amministratori prenderci cura delle fasce più deboli. Ricordo che da pochi giorno è stato istituito l'Osservatorio permanente sulle povertà che ha proprio l'obiettivo di mettere insieme tutte le istituzioni formali e non formali per un'analisi e un monitoraggio dettagliato sulle povertà nel nostro territorio". L'ambulatorio verrà realizzato con la collaborazione dell'Azienda sanitaria 6 di Bagheria e dei medici di famiglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Stress? Rabbia? Arriva a Palermo la Rage Room, la stanza dove puoi spaccare tutto

Torna su
PalermoToday è in caricamento