La prima volta di Waltraud Meier, il recital del mezzosoprano al Teatro Massimo

Una grandissima interprete, il mezzosoprano Waltraud Meier, conclude il ciclo di recital della stagione 2019 al Teatro Massimo di Palermo, che ha già ospitato Mariella Devia, Nicola Alaimo, Jessica Pratt, Ian Bostridge e Anne Sofie von Otter. Giovedì 5 dicembre alle ore 20.30 nella Sala Grande del Teatro Massimo la cantante tedesca, accompagnata dal pianista Joseph Breinl, eseguirà un programma interamente liederistico, con musiche di Gustav Mahler, Hugo Wolf, Richard Wagner e Arnold Schönberg. 

Gustav Mahler e Hugo Wolf condivisero l’anno di nascita (il 1860), un appartamento durante gli studi al Conservatorio di Vienna, dove entrambi entrarono nel 1875, e l’interesse per il Lied, che Mahler trasformò nell’elemento fondamentale delle sue sinfonie, mentre Wolf dedicò a questo genere quasi tutta la propria attività di compositore. Di Mahler verranno eseguiti quattro Lieder da Des Knaben Wunderhorn (Il corno magico del fanciullo), la raccolta su testi popolari. I Lieder di Wolf scelti da Waltraud Meier per il concerto palermitano provengono invece dai quattro libri dei Lieder composti su poesie di Eduard Mörike, l’autore del racconto Mozart in viaggio verso Praga, che si conclude appunto con Denk’es, o Seele (Pensa, o anima), poi messo in musica da Wolf. Il ciclo di cinque Lieder composto da Richard Wagner su testi di Mathilde von Wesendonck costituisce, per indicazione dello stesso compositore, una preparazione a Tristan und Isolde: nell’opera, d’altronde, Wagner avrebbe adombrato la relazione di amore che lo legò a Mathilde. Da un altro, imponente, ciclo liederistico proviene il Lied der Waldtaube (Canto della colomba selvatica) di Schönberg, che compose i Gurre-Lieder sui testi del poeta danese Jacobsen.
 
Waltraud Meier, nata a Würzburg in Germania, nel 1976 ha fatto il suo debutto all’Opera di Würzburg come Lola in Cavalleria rusticana. La sua carriera internazionale ha avuto lo slancio decisivo con il trionfale successo come Kundry in Parsifal al Festival di Bayreuth nel 1983. Celebrata come una delle più importanti cantanti wagneriane dei nostri tempi, è stata regolarmente ospite di tutti i principali teatri, come Londra, New York, Chicago, Milano, Parigi, Vienna, Berlino, Monaco. Anche nel repertorio italiano e francese il grande potere della sua espressione drammatica e musicale l’ha resa richiestissima in tutto il mondo. 

Ha collaborato con registi di primo piano quali Jean-Pierre Ponnelle, Luc Bondy, Harry Kupfer, Götz Friedrich, Klaus-Michael Grüber, Heiner Müller, Jürgen Flimm e Patrice Chéreau e con grandi direttori quali Daniel Barenboim, Riccardo Muti, Claudio Abbado, James Levine, Zubin Mehta, Christian Thielemann, Valery Gergiev, Sir Simon Rattle, Riccardo Chailly e Antonio Pappano. 

Nel 2018 è tornata al Festival di Bayreuth come Ortrud nel nuovo allestimento di Lohengrin di Yuval Sharon. Nella stagione 2018/19 è stata di nuovo in scena a Vienna, Milano e Berlino come Klytämnestra in Elektra, ha incarnato Waltraute in Götterdämmerung a Vienna e ha tenuto numerosi concerti in patria e all’estero. La sua vastissima discografia e videografia, con molte produzioni disponibili in DVD, è testimonianza della versatilità del potere interpretativo, della musicalità, della bellezza vocale e dell’arte canora di questa cantante unica. Le è stato conferito il titolo di Kammersängerin dalla Bayerische Staatsoper di Monaco e dalla Staatsoper di Vienna. 

Joseph Breinl, nato a Monaco nel 1974, è uno dei più ricercati pianisti e musicisti da camera della sua generazione. Ha suonato in sale da concerto rinomate come Carnegie Hall, Teatro alla Scala, Musikverein di Vienna, Semperoper di Dresda, Wigmore Hall di Londra, Salle Pleyel di Parigi, National Theatre di Monaco e Suntory Hall di Tokyo e nei più importanti festival (Schubertiade Schwarzenberg e Hohenems, Festival di Edimburgo, Trondheim Chamber Music Festival, Schleswig- Holstein Music Festival, Munich Opera Festival) incidendo numerosi CD che hanno ottenuto grande successo di critica. In concerto ha accompagnato, tra gli altri, Miah Persson, Renata Pokupic, Christianne Stotijn, Audun Iversen, Andre Morsch e Waltraud Meier e ha suonato con Isabelle van Keulen, Rick Stotijn e Antoine Tamestit. Dal 2010 insegna interpretazione liederistica alla Kunstuniversität di Graz.

Biglietti da 30 a 15 euro presso la biglietteria del Teatro Massimo. La biglietteria è aperta dal martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 18.00 e nei giorni di spettacolo a partire da un’ora prima e fino a mezz’ora dopo l’inizio.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • "Tradizione e tradimento", dall'album al tour: il concerto di Niccolò Fabi al Teatro Golden

    • 13 dicembre 2019
    • Teatro Golden
  • Concerto di Natale al Teatro Santa Cecilia, torna la musica delle Christmas Ladies

    • dal 19 al 20 dicembre 2019
    • Real Teatro Santa Cecilia
  • Concerto di Capodanno al Teatro Massimo, dalla musica colta a quella popolare di strada

    • 1 gennaio 2020
    • Teatro Massimo

I più visti

  • Una mostra d'anatomia alla scoperta del corpo umano, "Body Worlds Vital" a Palermo

    • dal 20 novembre 2019 al 29 gennaio 2020
    • Albergo delle Povere
  • Palermo on Ice, Natale al Giardino Inglese: torna la pista di pattinaggio sul ghiaccio

    • dal 8 dicembre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Giardino Inglese
  • Castrum Superius, il palazzo dei Re Normanni in una mostra che porta indietro nel tempo

    • dal 15 maggio 2019 al 10 gennaio 2020
    • Palazzo Reale
  • Giocattoli in legno, presepi fatti a mano e altre idee regalo: fiera di Natale in via Cavour

    • Gratis
    • dal 7 al 24 dicembre 2019
    • Via Cavour
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento