A Pollina si rinnova la tradizione del presepe vivente

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Pollina
  • Quando
    Dal 27/12/2019 al 29/12/2019
    dalle 15 alle 21
  • Prezzo
    5 euro - 7 euro (escluso i bambini fino a 5 anni)
  • Altre Informazioni
    Tema
    Natale

Dopo il successo delle prime edizioni, Pollina ripropone per il terzo anno il suo presepe vivente arricchito da alcune novità. “Venne nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo”: questo è il tema scelto per la III edizione della manifestazione che lo scorso anno ha fatto il boom di visite.

l Presepe vivente realizzato a Pollina è un percorso tra arti e mestieri, tra realtà quotidiana e feste, in cui i giovani possono conoscere le loro radici e gli anziani trasmettere i valori della vita. Andrà in scena il 27 – 28 – 29 dicembre 2019 con oltre quaranta quadri distribuiti
nella parte vecchia del paese che narrano tramite gesti, utensili e costumi la vita quotidiana di un tempo nella sua straordinaria semplicità. Aumenta il numero dei figuranti superando le centocinquanta persone, con le adesioni degli abitanti di Pollina e Finale; le scene
rappresentate inoltre, diventano sempre più interattive per il visitatore, che sarà un partecipante effettivo del quadro. L’obiettivo resta quello di mettere in risalto il patrimonio del borgo, in particolare la Natività di Antonello Gagini, orgoglio e vanto dei pollinesi. Sfruttando l’incantevole conformazione del paese, gli abitanti hanno voluto ricreare l’atmosfera dell’autentico Natale.

Nei tre giorni della manifestazione sarà possibile rivivere il presepe dalle 15 alle 21 immergendosi nella cornice umile e povertà della stalla che accolse la nascita del Dio bambino. In un mondo che vive l’appannaggio delle tante luci del successo, della facile gloria e dell’affrancazione dell’uomo da Dio, la scena della Natività si staglia con il suo carico di rapporti umani, familiari e affettivi abitati dalla Grazia che squarcia le nubi e scende per fare nuove tutte le cose. E’ così che la luce del Verbo incarnato si irradia e bussa alle porte del cuore di ogni uomo per illuminare anche le profondità più recondite della nostra esistenza ridandoci vita e salvezza.

NOTE TECHICHE

Il percorso ha una durata di 60 minuti circa, per accedervi è previsto un ticket di 5 euro (escluso i bambini fino a 5 anni) in cui sono comprese 6 degustazioni: pani cunsatu, cudduruni frittu, ricotta e formaggi, vino cotto  e biscotti, o di 7 € che comprende anche il giro al
meraviglioso Tesoro della Chiesa Madre di Pollina, che racchiude opere di valore inestimabile e di immensa bellezza. Al di fuori del percorso saranno presenti stand di prodotti artigianali. Quindi, che aggiungere? Pastori, mercanti ed artigiani vi aspettano per
rivivere una magia d’altri tempi. Il percorso è agevole e adatto a tutti, ma, dovendo passeggiare per le stradine di un antico borgo, si raccomanda di indossare calzature comode per le possibili irregolarità del suolo. Inoltre non è adatto per passeggini e/o carrozzine.
I visitatori potranno usufruire di un ampio parcheggio gratuito. Per chi vuole potrà usufruire del  servizio navetta. È consigliata la prenotazione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Religione, potrebbe interessarti

I più visti

  • Come mangiavano le monache in convento, la cena con le ricette di Santa Caterina

    • 10 luglio 2020
    • Monastero Santa Caterina D'Alessandria
  • L'arte che riparte dopo il lockdown, al Loggiato San Bartolomeo la mostra di Julien Friedler

    • dal 7 giugno al 7 luglio 2020
    • Loggiato San Bartolomeo
  • "Isola... mare è cultura", a Isola delle Femmine la mostra di Filippo Lo Iacono

    • Gratis
    • dal 4 al 19 luglio 2020
    • Baglio e piazzetta Pittsburg
  • Il Teatro Biondo va all'Orto Botanico: "Aulularia", la fabula della pentola d’oro in scena all'aperto

    • dal 7 al 12 luglio 2020
    • Orto Botanico
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento